Quanto sale si consuma in un giorno? Tra quello che si aggiunge alle preparazioni a quello naturalmente contenuto nei cibi confezionati, è difficile tenerlo sotto controllo stando nei parametri raccomandati per la salute: un dispositivo orale senza fili potrebbe essere in futuro la soluzione

Il sale è nascosto in ogni alimento, o quasi, in quantità che è difficile quantificare. In più viene aggiunto a moltissime preparazioni che si consumano quotidianamente. Per questo è difficile ogni giorno tenere sotto controllo il sale che si consuma, tenendo conto che il suo consumo eccessivo è dannoso non solo per le persone ipertese ma per chiunque, essendo un fattore di rischio per malattie cardiovascolari e renali.

In futuro potrebbe però essere disponibile un dispositivo orale senza fili, capace di monitorare in tempo reale l’assunzione di sale. Il sensore è stato realizzato dai ricercatori del Georgia Institute of Technology di Atlanta: è simile ad un apparecchio per la notte, ed è stato testato sia in vitro che su persone sane. Nel secondo caso, gli esperimenti sono stati definiti soddisfacenti: il sensore trasmette in modo istantaneo le misurazioni ad un dispositivo elettronico in modo da permettere alle persone di monitorare il sodio ingerito durante il giorno attraverso i vari pasti.

--pubblicità--

Verranno effettuati nuovi studi per migliorare il sensore: uno dei suoi limiti infatti è che vengono rilevati livelli di sodio inferiori di un ordine di grandezza rispetto ai dati effettivi. Gli scienziati contano però di migliorare il dispositivo aggiungendo un altro rilevatore che misuri il volume di cibo presente in bocca, in modo che la misura del sale non sia condizionata dalla diluizione con la saliva. Per ora, l’esperimento è stato descritto sulla rivista Pnas.

Photo credit: Pixabay.it

LEGGI ANCHE: