Salute e benessere

“Sono pericolosi, potete cacciarli” L’UE sta per prendere una drammatica decisione

La decisione presa da parte dell’UE risulta essere alquanto drammatica. Il permesso di abbattere la specie è stato discusso da più parti


Incredibile come sia possibile ancora oggi, con tanto di tecnologia all’avanguardia e tante altre sofisticate tecniche, pensare ad un risvolto così cruento. Ovviamente, gli animalisti di ogni dove si stanno indignando per questa drastica scelta presa da parte dell’organo amministrativo del vecchio continente. Eppure, sembra esser la realtà, visto che la strada intrapresa appare esser proprio quella dell’abbattimento riguardante una specie di animali vista come pericolosa.

La notizia relativa all’UE e alla sua decisione di dare il permesso di cacciare i lupi è apparsa al quanto brutale per alcune associazioni di nicchia. Non solo, sono anche diversi i commenti negativi arrivati in rete in merito a questa direttiva, visto che i suddetti predatori godevano di un particolare status di protezione da parte dell’esecutivo. Ora, però, la presidentessa della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, ha chiesto agli stati membri di fornire i dati aggiornati in merito alla situazione di pericolosità della specie.

L’appello di quest’ultima è apparso come esser parecchio accorato, visto che, secondo le sue parole (riportate dal sito ilgiornale.it), “i lupi sono divenuti un pericolo reale per gli esseri umani e per il bestiame”. Dopodiché, la presidentessa ha invitato le autorità nazionali e locali ad agire “dov’è necessario”.

La riconsiderazione sulla protezione dei lupi

Quella effettuata da Ursula von der Leyen è un’apertura verso un ridimensionamento dello status attuale e la Commissione Europea potrebbe anche proporre di modificarlo. Secondo l’esecutivo Ue, il ritorno dei lupi in alcune regioni, in cui era rimasto assente per diverso tempo, sta portando a diversi conflitti all’interno delle comunità locali.

Lupi Unione europea
L’Unione europea permette la caccia ai lupi – Biopianeta.it

“Certe misure si sono dimostrate adatte nel poter prevenire o ridurre in maniera significativa i rischi derivanti dalla predazione”, ha aggiunto in una nota la presidentessa. Entro il 22 settembre Ursula von der Leyen riceverà i dati aggiornati sulla popolazione dei lupi e sugli impatti che questi hanno sul territorio. Questo documento sarà redatto da parte delle comunità locali, degli scienziati e da ogni parte interessata all’argomento.

Anche nel nostro Paese ci sono diverse quantità di lupi e questo dibattito va ad aggiungersi a quello relativo alla convivenza anche con gli orsi. Secondo i dati ricavati dall’Ispra (2020-2021) la popolazione dei lupi in Italia è stimata essere di 3.300 esemplari circa, con un aumento negli ultimi anni. Dati che hanno fatto allarmare diverse persone, le quali sembrano dispiacersi per gli animalisti, ma che vedono nella caccia a questi animali l’unica soluzione idonea a tale situazione.

Michelangelo Loriga

Michelangelo Loriga, esperto di Storia, politica (italiana e internazionale) e letteratura; appassionato di arte, sport e motori. Laureato in Scienze storiche del territorio e per la cooperazione internazionale all’Università di Roma Tre. Interessato allo sport, specie al calcio in cui ho giocato per 20 anni, in tutte le sue forme e in ogni tipo di contesto.
Back to top button
Privacy