Salute e benessere

Deodoranti, cosa controllare sull’etichetta prima dell’acquisto: 3 ingredienti pericolosi secondo Altrocunsumo

Scegliere prodotti con ingredienti chiari e sicuri è il primo passo verso una routine di igiene personale che rispetti il corpo e l’ambiente.


Nel vasto mondo dei prodotti per la cura personale, i deodoranti occupano un posto di rilievo nella routine quotidiana di igiene. Essenziali per combattere gli odori e mantenere una sensazione di freschezza durante tutto il giorno, questi prodotti sono disponibili in una varietà di formule con profumi e proprietà diverse. Non tutti i deodoranti sono creati uguali e alcuni ingredienti utilizzati nelle loro formule potrebbero non essere completamente sicuri per la nostra salute.

Prima di aggiungere un nuovo deodorante al carrello della spesa, è fondamentale prendersi un momento per leggere attentamente l’etichetta. Questa semplice abitudine può aiutare a evitare l’esposizione a sostanze chimiche potenzialmente dannose, preservando la nostra salute a lungo termine. Ma quali sono gli ingredienti da evitare?

Deodoranti pericolosi: basta leggere l’etichetta e cercare alcuni ingredienti

La prima cosa a cui fare attenzione sono i parabeni. Queste sostanze, presenti in molti prodotti di questo tipo, sono conservanti ampiamente utilizzati nei cosmetici per prolungarne la durata. Tuttavia, sostanze come propylparaben e butylparaben sono state collegate a potenziali effetti di disturbo endocrino.

ingredienti pericolosi dei deodoranti
Leggere l’etichetta prima di acquistare un prodotto è ormai fondamentale per ogni consumatore – biopianeta.it

Questi agenti chimici possono mimare gli ormoni naturali del corpo, interferendo con il sistema endocrino e potenzialmente contribuendo a problemi di salute a lungo termine, come disordini ormonali e riproduttivi. Quando scegli un deodorante, è quindi prudente optare per prodotti che dichiarano esplicitamente di essere “senza parabeni” per evitare questi rischi.

Il triclosan è un altro ingrediente controverso spesso presente nei deodoranti come agente antibatterico. Nonostante la sua efficacia nel ridurre i batteri sulla pelle, il triclosan è sotto esame per i suoi possibili effetti negativi sulla salute umana e sull’ambiente. È stato collegato alla resistenza agli antibiotici e considerato un interferente endocrino. Anche la FDA americana (Food and Drug Administration) ha limitato l’uso di triclosan in alcuni prodotti igienici, il che solleva ulteriori dubbi sulla sua sicurezza.

Le fragranze aggiunte ai deodoranti possono conferire un piacevole aroma, ma nascondono anche dei rischi notevoli, soprattutto per le persone con pelle sensibile o predisposizione alle allergie. Sostanze profumanti, in particolare quelle non specificate come “fragranze naturali” o “senza allergeni”, possono causare reazioni allergiche come dermatiti o eruzioni cutanee. È importante cercare deodoranti che elenchino chiaramente la natura delle loro fragranze o che siano etichettati come “ipollargenici” per minimizzare il rischio di reazioni avverse.

Leggere l’etichetta di un deodorante prima dell’acquisto è quindi molto più che una semplice precauzione: è una necessità per chi cerca di mantenere uno stile di vita sano e consapevole.

Back to top button
Privacy