Salute e benessere

Fiori, pochi sanno che per questa tipologia si può ‘scegliere’ il colore al momento di piantarli: incredibile ma vero

Quando acquistiamo una bella pianta coi fiori sappiamo che il colore è dato dalle sue caratteristiche, ma in alcuni casi si può modificare


Parliamo del colore dei fiori di Ortensia, che sappiamo possono essere diversi: dal rosa chiaro al magenta, dal violaceo fino al blu. Forse non tutti sanno però che se non ci piace il colore iniziale possiamo cambiarlo a piacimento.

Si tratta di una piccola “magia” che tutti possono attuare, anche senza esperienza, anche se naturalmente bisogna eseguire delle operazioni precise. A spiegare come fare ci hanno pensato degli appassionati di piante e fiori, che hanno voluto fare un regalo a chi ama le ortensie.

Ti hanno regalato un’ortensia e vuoi cambiare il colore dei fiori? Ecco cosa devi fare

Cominciamo col dire che il colore delle infiorescenze dell’ortensia è dato dall’acidità del terreno in cui vivono. Forse qualcuno, avendole messe in giardino, avrà notato il fenomeno perché è avvenuto in maniera naturale. Ma c’è anche il sistema di indurre la pianta a fare i fiori del colore che vogliamo noi.

come cambiare il colore delle ortensie
Possiamo cambiare a piacimento il colore delle ortensie – Biopianeta.it

Gli esperti infatti ricordano quanto segue:

  • nei terreni più acidi, con pH 5,0-5,5, e dove c’è alluminio in grandi quantità, i fiori della maggior parte delle varietà sono blu;
  • in quelli con pH 5,5-6,5 e con poco alluminio diventano color malva o rosso magenta;
  • infine, nei terreni più alcalini, con pH 6,5-7,0 (o più alto), e se non c’è alluminio, i fiori diventano rosa.

L’unica eccezione è rappresentata da quelle specie di ortensie che hanno i fiori bianchi; in questo caso non si può intervenire e rimarranno sempre dello stesso colore.

Per modificare il colore delle ortensie da rosa a blu, il cui procedimento è comunque lento, dobbiamo aggiungere al terreno, durante l’irrigazione, dai 100 ai 200 grammi di zolfo bagnabile per ogni metro quadrato di terreno. Gli esperti consigliano anche di mescolare il terriccio con della torba acida.

Se vogliamo sveltire la procedura possiamo anche irrigare il terriccio con solfato di alluminio (1,5-3 g ogni litro d’acqua) prestando attenzione a eseguire la procedura nei mesi di marzo, aprile e maggio. Inoltre bisogna verificare che il terreno rimanga acido, e a questo scopo si possono usare fertilizzanti con poco zolfo e molto potassio e azoto.

Se invece vogliamo far diventare le ortensie da azzurre a rosa, dovremo aggiungere al terriccio una soluzione di calce spenta (1,5-3 g per ogni litro d’acqua) o di dolomite (200 g per metro quadro). L’operazione va effettuata nei mesi sopra citati.

Back to top button
Privacy