Moda Sostenibile

Vecchi collant strappati? Non gettarli via, riutilizzandoli in questo modo il riciclo è assicurato

Collant strappati, non buttarli nel cestino! Sapevi che c’è un modo utile e creativi per riutilizzarli? Si chiama appunto riciclo creativo.


Bastano pochi secondi per dare una seconda vita a collant ormai inservibili al loro scopo, ma non per questo inutilizzabili sotto altre forme. Seguici e scoprirai come fare.

Da sempre i collant scatenano sentimenti contrastanti: o amore o odio. In questo periodo dell’anno, coi primi freddi in arrivo, diverse donne e ragazze hanno cominciato a indossarli. I collant, possiamo dirlo, hanno una lunga storia alle spalle. A inventare i collant moderni, nell’ormai lontano 1959, fu Allan Gant sr della Glen Raven negli Stati Uniti, che quello stesso anno diede il via alla produzione di massa.

Peccate che queste calze, in particolare quelle meno pesanti, abbiano un difetto non da poco: la loro tendenza a strapparsi con facilità, a volte perfino mente ci si sta vestendo. Conseguenza: cambi di abbinamento in corsa, non il massimo della vita.

Come riciclare in maniera creativa i vecchi collant smagliati

A volte il vecchio trucco dello smalto trasparente sopra la smagliatura può salvare la situazione. Ma spesso e volentieri il collant appare proprio irrecuperabile. Fatto sta che nei cassetti se ne trova sempre qualcuno, qualche collant rovinato non manca mai.

Modi creativi per riutilizzare i collant
Smagliatura sui collant? Possiamo ancora riutilizzarli – biopianeta.it

Ma anche se non è più il caso di indossarli, non per questo sono inutili. Come anticipato, i collant possono essere ancora riutilizzati. E ci sono diversi modi per riciclarli in maniera creativa. Un poco di fantasia e manualità possono bastare a riabilitarli per altri usi!

Come riciclare le vecchie calze rovinate? A questo riguardo ci sono davvero molte idee per il fai-da-te. È possibile, per esempio, tagliare la parte finale del collant strappato e usarla come un pratico porta-saponette, utile per radunare tutti i pezzettini di sapone avanzati sparsi per la casa.

Oppure un’altra idea ingegnosa è quella di riempire il collant strappato usando una bella manciata di sale grosso. Dopodiché ci basterà aggiungere qualche goccia dell’olio essenziale preferito per riciclarlo come uno strumento cattura-umidità utile per armadi e cassetti. Un modo anche per profumare in maniera del tutto naturale anche i capi d’abbigliamento.

Ma non è tutto: possiamo anche tagliare i collant per via orizzontale, in modo da ridurli in minute striscioline dalle quali ricavare praticissimi elastici per i capelli. Insomma, con una semplice forbice sarà possibile trasformare i vecchi collant smagliati in graziose fasce per i capelli. Il tutto a costo zero!

Emiliano Fumaneri

Veronese di nascita, ho vissuto molti anni in Trentino-Alto Adige (Merano, Trento, Rovereto). Vivere in una regione di confine così ricca di storia e di strazi ha suscitato in me la passione per le lingue straniere e la curiosità per culture e costumi differenti. Da sempre attento alle sorti della nostra casa comune, mi interesso a tutto ciò che riguarda l'ambiente.
Back to top button
Privacy