Salute e benessere

Si parla tanto delle cimici da letto, ma sai come riconoscere le loro punture? Il dettaglio da osservare

Le cimici del letto, contrariamente a quanto si possa pensare, sono da sempre presenti nelle case, e a volte possono infestarle.


Sono insetti piccolissimi, che è difficile vedere a occhio nudo, e non proliferano solamente nel letto ma in altre zone della casa, anche se prediligono i tessuti. Non è raro trovarli nelle fessure del legno, dietro ai battiscopa, nella carta, e appunto nelle doghe dei letti o delle reti in ferro.

IN ATTESA GRAFICA DAL SERVIZIO

Le cimici riescono a sopravvivere se si trovano a temperature comprese tra i 15 e i 37 gradi, dunque praticamente in una casa non arriveranno mai a convivere con temperature inferiori o superiori. Tra l’altro vengono attirate proprio dal calore emanato dall’uomo e dagli animali domestici. Com’è risaputo, si nutrono di sangue, sia animale che umano.

Come si distinguono le punture delle cimici rispetto a quelle di altri insetti?

Accorgersi immediatamente che un letto è infestato dalle cimici non è facile; innanzitutto, come detto, sono insetti piccolissimi, di 1-2 millimetri, e ancora più piccole sono le loro uova. Di solito quando si comincia a vedere un letto con delle macchioline rossastre significa che il numero delle cimici è davvero elevato.

come riconoscere le punture delle cimici dei letti
Possiamo imparare a riconoscere le punture delle cimici da due dettagli – Biopianeta.it

Le punture delle cimici, poi, possono sembrare del tutto simili a quelle di altri insetti, zanzare comprese, dunque una persona può non capire immediatamente la presenza di questi insetti succhia-sangue. Fortunatamente le cimici non trasmettono malattie con i loro “morsi”, a differenza appunto di zanzare o zecche, però alcune persone sensibili possono manifestare allergie e irritazioni anche gravi. Il pericolo risiede ad esempio nell’azione del grattarsi, perché può innescare infezioni cutanee.

Alcune persone, di contro, non si accorgono nemmeno delle punture delle cimici, perché hanno una sorta di insensibilità, ma ciò non significa che si possa convivere “pacificamente” con questi insetti. Devono essere eliminati velocemente, e se non si riesce in autonomia si deve chiamare una ditta specializzata.

Per riconoscere se i segni sul corpo sono punture di cimici possiamo osservarne i dettagli. Innanzitutto le cimici colpiscono la pelle laddove non è protetta da indumenti intimi o pigiama, e quindi le troveremo sul collo, caviglie e volto.

Le punture appaiono come piccolissime chiazze rossastre e possono dare prurito e anche formare delle piccole piaghe. L’elemento distintivo rispetto alle punture di altri insetti è il fatto che i segni sono a gruppi. Questo perché le cimici, una volta trovato il punto dove succhiare il sangue, effettuano più punture in più punti, vicini tra loro. Quindi è anche probabile che la persona veda come delle chiazze rossastre estese. Le lesioni, a seconda della tipologia di pelle e sensibilità del soggetto, possono perdurare anche fino a 20 giorni.

Back to top button
Privacy