Sustainability Life

Non comprerai più le spugne per piatti: usa lo ‘scarto’ di questo agrume e risparmierai tantissimi soldi

Vivere in maniera sostenibile si può e vi farà risparmiare moltissimo: non gettate via gli scarti di questi agrumi e ortaggi, sono preziosi!


Gli scarti di agrumi e ortaggi possono essere veramente utili, sono facilmente riutilizzabili in modo sostenibile, senza sprechi e risparmiando moltissimi soldi. Parliamo nello specifico delle retine colorate all’interno delle quali sono contenuti limoni, arance, cipolle o aglio. Spesso, finiscono nell’indifferenziato o, peggio ancora, si disperdono nell’ambiente causando danni irreversibili.

Nonostante si tratti di uno scarto che, per la maggior parte delle persone, va semplicemente gettato nell’immondizia, il suo potenziale è alto. Moltissime cose possono essere realizzate da una retina, specialmente strumenti per la pulizia, come in questo caso che oltre a risparmiare vi torneranno molto comode.

Non gettate le retine dei limoni: utilizzatele così per risparmiare tempo e denaro

Le spugne dei piatti sono un covo di germi e di batteri in quanto rappresentano l’ambiente ideale per la loro riproduzione. Virus, funghi e batteri possono annidarsi nelle spugne che, raccogliendo resti di cibo e altre sostanze organiche, diventano il luogo di proliferazione perfetto fornendo loro acqua e nutrimento. Per evitare questa diffusione, rischiosa per la salute dell’uomo, occorrerebbe lavare le spugne almeno una volta a settimana con acqua calda e sapone. In alternativa, per un maggiore effetto disinfettante, si può optare per una soluzione di cloro e acido citrico.

Come trasformare retina agrumi
Retina degli agrumi: come riciclarla (Biopianeta.it)

A questo proposito, le retine dei limoni, delle arance, dell’aglio o delle cipolle che spesso finiscono nell’indifferenziato possono rappresentare una soluzione perfetta per chi desidera riciclare e vivere in maniera sostenibile, risparmiando tempo e denaro. La prima funzionalità delle retine è proprio uguale a quella di una paglietta di ferro. Se arrotolata e avvolta su se stessa, può diventare una spugnetta per i piatti in grado di raccogliere e grattare via, senza danneggiare, qualsiasi tipo di residuo (anche i più incrostati). Inoltre è molto più igienica e facile da pulire rispetto ad una spugna tradizionale, come spiegato dal profilo ufficiale Instagram di Francesco Saccomandi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Saccomandi (@francescosaccomandi)

Se invece avvolgete la retina degli agrumi attorno ad un limone e mettete del sale al suo esterno, potrete ottenere uno scrub naturale formidabile per pulire le macchie più ostiche. Ad esempio, quelle sul tagliere o su qualsiasi altro strumento in legno che tende ad assorbire i liquidi, macchiandosi più facilmente. Una retina, dei limoni e del sale potranno risolvere questo tipo di problema in un batter d’occhio, con un po’ di olio di gomito. Niente più macchie antiestetiche e difficili da rimuovere.

Back to top button
Privacy