Salute e benessere

Botulino nelle conserve, con questo trucco non sarà più un pericolo: come proteggersi

Il rischio botulino quando si preparano marmellate e conserve è molto frequente ed è necessario conoscere il modo per evitarlo.


L’abitudine di preparare barattoli con marmellata fatta in casa, ortaggi, sottaceti o carne sott’olio era molto praticata in passato, e permetteva di fare scorta per l’inverno. Oggi è una pratica un po’ meno frequente, ma chi desidera provare il piacere di preparare conserve fatte in casa deve prestare attenzione al rischio botulino, perché questo batterio può anche essere fatale.

Anche se conserviamo i cibi sotto sale, con lo zucchero o aceto, infatti, non siamo sicuri al 100% che le procedure eliminino il botulino, e nemmeno la bollitura a volte non basta.

Cos’è il botulino e quali accorgimenti servono per allontanare i rischi

Il botulino è un batterio che prolifera naturalmente nel suolo e può contaminare le verdure dell’orto; se ingerito causa intossicazione molto grave, anche nei soggetti sani, e la mortalità è molto alta.

cos'è il botulino batterio
L’intossicazione da botulino può essere fatale – Biopianeta.it

Basta anche un piccolo assaggio di cibo contaminato per intossicarsi e i sintomi possono comparire da 6 ore a 10 gironi dopo l’ingestione. Bisogna correre immediatamente dal medico se si comincia a vedere doppio, se non si riesce a parlare correttamente o se si avverte confusione mentale; altri sintomi possono essere la secchezza delle labbra e la debolezza muscolare.

Per evitare la proliferazione del batterio è innanzitutto opportuno preparare e cuocere nel modo giusto i cibi che andranno conservati. Alcuni alimenti, come i sottaceti, la passata di pomodoro, o le marmellate preparate con molto zucchero sono generalmente più sicure, ma è opportuno conoscere bene le proporzioni. In questo senso si può consultare il sito del Ministero della Salute, che dà tutte le indicazioni corrette.

Un errore comune, infatti, è quello di preparare – ad esempio – la marmellata di frutta seguendo le ricette “della nonna”; in realtà non sempre le ricette sono sicure ed è meglio affidarsi a fonti più recenti.

Oltre a bollire i barattoli prima e dopo, per creare il sottovuoto, esistono altri metodi per evitare il rischio botulino. Un’azienda francese ha creato ad esempio un kit che permette di togliere tutta l’aria all’interno del barattolo e avere maggiore sicurezza.

Secondo l’ISS; l’Istituto Superiore della Sanità, si può evitare lo sviluppo del botulino se si aggiunge aceto alle conserve, infatti come detto poco sopra gli alimenti acidi sono meno a rischio. Solo l’acidità e i trattamenti industriali permettono una sterilizzazione completa.

Per tutti questi motivi è sempre bene consultare le fonti ufficiali per comprendere al meglio quali sono i rischi reali, come preparare correttamente il cibo e come abbattere la proliferazione del batterio.

Back to top button
Privacy