Salute e benessere

Prurito alla pelle: il motivo per cui ti viene. Da restare sbalorditi

Tutti conoscono il disagio causato dal prurito al quale generalmente si reagisce grattandosi. Questo riflesso di grattarsi non migliora la situazione e spesso contribuisce al suo aggravamento!


La soluzione sta nel trattamento della causa e nell’applicazione di farmaci appositamente destinati ad alleviare questo prurito. Il prurito cutaneo è causato dal rilascio di alcune sostanze prodotte dalla pelle, come l’istamina. Molte malattie sono accompagnate da prurito cutaneo, spesso accompagnato da piccoli brufoli o chiazze rosse. Tra i più comuni, pelle secca, orticaria, punture di insetti, alcune forme di eczema, scabbia, psoriasi, infezioni fungine alcune malattie del fegato o dei reni, ecc.

Molte donne lamentano prurito durante la gravidanza, soprattutto di notte. Il prurito può essere accompagnato da brufoli, chiazze rosse e, talvolta, gonfiore. Grattarsi calma solo temporaneamente e può addirittura peggiorare il disagio. Inoltre, può causare lesioni da graffio che rischiano di infettarsi.

Prurito cutaneo: cause e rimedi

Una delle cause del prurito può essere la scabbia. Questa malattia si manifesta con prurito sempre più forte, soprattutto prima di coricarsi, e solchi visibili in rilievo sulla pelle, che ricordano un filo rosso lungo qualche millimetro, tra le dita, all’interno dei polsi.

Prurito cutaneo: cause
Prurito cutaneo – BioPianeta.it

Un forte prurito può essere accompagnato da lesioni da graffio che rischiano di infettarsi. Il prurito è causato dal rilascio nello strato superficiale della pelle di alcune sostanze che essa produce, come l’istamina. Le origini del prurito sono estremamente diverse.

Tra i più comuni ci sono: allergie: orticaria, alcuni eczemi, alcune malattie della pelle come l’ittiosi (pelle secca) o la psoriasi. Ma anche le infezioni della pelle come: infezioni fungine, infezioni dovute a virus (varicella per esempio) o parassiti (scabbia), ecc.

Una causa molto comune del prurito sono i morsi di animali o piante: meduse, insetti, ortiche, pidocchi, pulci o acari.

Infine, non bisogna mai sottovalutare i disturbi metabolici come: disturbi renali, malattie del fegato, ecc. In base al motivo che dà origine al prurito ci sono diverse soluzioni.

Prurito in gravidanza

Molte donne lamentano prurito durante la gravidanza, soprattutto di notte. Questo prurito può avere varie cause. Nella maggior parte dei casi, la causa del prurito è la pelle secca, che spesso è più intensa intorno alle smagliature. Infatti, il nuovo equilibrio ormonale specifico della gravidanza tende a ridurre la secrezione di sebo, soprattutto durante l’ultimo trimestre.

In questo caso l’applicazione quotidiana di latte idratante allevia i sintomi. Se hai una predisposizione al prurito, cerca di proteggerti dal prurito e dalla secchezza della pelle idratando la pelle. Esistono numerosi latti, creme e unguenti destinati alla cura quotidiana della pelle secca nelle farmacie e nelle profumerie. Evitare, ad esempio, prodotti per il bagno e la doccia profumati e troppo detergenti.

Back to top button
Privacy