Durante questa quarantena stiamo davvero diventando degli chef di assoluto livello. I ristoranti, alla loro riapertura al pubblico, rischieranno di rimanere senza clienti visto il miglioramento ai fornelli di tantissime persone. Scherzi a parte, la speranza di condividere una buona cena in compagnia dei nostri amici è davvero molta.

Dopo una serie di preparazioni vegetariane, qualche dolce tipico e leggero, oggi vogliamo metterci alla prova tentando di preparare un mostro sacro della cucina nostrana: il risotto radicchio e taleggio. Sicuramente lo avrete assaggiato preparato da vostra nonna: senza spodestarla dalla cima del podio, vediamo se riuscirete ad essere ad un buon livello.

Come preparare

Per la preparazione vi occorreranno 400g di riso arborio, un radicchio intero, una cipolla, 2L di brodo vegetale, 200g di taleggio, 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 4 cucchiai di Parmigiano precedentemente grattugiato, un bicchiere di vino bianco, sale e pepe.

--pubblicità--

Cominciate tagliando la cipolla molto finemente e facendola stufare in una pentola con l’aggiunta di una piccola dose di brodo. Mentre attendete che questa si stufi, pulite il radicchio e tagliatelo a listarelle sottili. Passato qualche minuto, inseritelo nella pentola e attendete che appassisca.

A questo punto della preparazione, aggiungete il riso, facendolo tostare per qualche minuto. Nel frattempo sfumate con il vino e attendete che questo evapori completamente. Non resta che completare la cottura del risotto, aggiungendo il brodo un mestolo alla volta attendendo che questo venga assorbito.

Per completare la preparazione, aggiungete i due formaggi al tutto ricordandovi di spegnere la fiamma e di coprire con un coperchio. Mescolate, assaggiate e se fosse necessario correggete con sale e pepe. Servite caldo, dopodiché fateci sapere se il sapore sarà simile a quello preparato dalla nonna!