Repubblica di Palau vieta creme solari: dannose per la barriera corallina

Le creme solari sono minacciose per la barriera corallina perché ne alterano l’ecosistema: per questo la repubblica di Palau nell’Oceano Pacifico ha deciso di metterle al bando a partire dal 2020

Al bando le creme solari nella piccola repubblica di Palau, nelle Filippine: la decisione è stata presa perché i solari danneggiano l’ecosistema che permette la sopravvivenza della barriera corallina. La legge entrerà in vigore nel 2020 e vieterà sia la vendita che l’uso di prodotti che nello specifico contengono dieci agenti chimici ritenuti dannosi. Per chi contravviene al divieto le multe possono arrivare ai mille dollari.

Tra le sostanze ritenute dannose gli scienziati nominano l’oxybenzone e l’octinoxate, elementi presenti in moltissime creme solari perché assorbono la luce ultravioletta e rendono però il corallo suscettibile allo sbiancamento. Per questo Palau ha pensato di evitare, dal 2020, che questi elementi possano minare la sopravvivenza della barriera corallina. Non sono solo le creme solari ad essere dannose, infatti.

--pubblicità--

Anche i cambiamenti climatici e le fioriture delle alghe generate dall’afflusso di sostanze derivanti dalle fogne ne alterano l’ecosistema. Per questo l’arcipelago di Pagu, formato da oltre 250 isole di origine vulcanica, ha dichiarato quasi tutto il proprio territorio una zona marina protetta, ed è uno dei più impegnati nel contrastare l’inquinamento marino che appunto ne mette a repentaglio la sopravvivenza.

photo credit pixabay