Farmaci e rimedi erboristici: uno studio ne evidenzia l'interazione negativa

Un recente studio ha dimostrato come l’efficacia dei farmaci possa essere compromessa se in contemporanea si seguono trattamenti a base di erbe

Assumere contemporaneamente farmaci e rimedi naturali è dannoso per la salute, o comunque, può compromettere l’efficacia della terapia farmacologica che si sta seguendo. Lo conferma uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Stellenbosch a Tygerberg, in Sud Africa, grazie al quale è emerso che in decine di casi i cosiddetti rimedi della medicina alternativa che con noncuranza si sperimentano, nella convinzione che possano potenziare l’effetto della medicina o comunque giovare all’organismo, vadano in realtà a vanificare o accentuare l’effetto del farmaco che si sta assumendo, e in casi gravi causando effetti collaterali pericolosi.

Spesso infatti è convinzione comune che i rimedi erboristici possano essere assunti con tranquillità e senza parere medico. Questo non è vero, soprattutto se si assumono contemporaneamente dei farmaci. Erbe come l’iperico (nota come erba di San Giovanni), oppure il ginseng o il ginkgo biloba così come tante erbe naturali interagiscono con moltissimi farmaci comuni: sono stati riscontrati molti casi in cui i pazienti che assumevano farmaci di vario tipo, anche per l’epilessia o antidepressivi, abbiano avuto problemi se al contempo prendevano integratori a base di erbe.

--pubblicità--

Lo studio, partito proprio per verificare le conseguenze di questa tendenza a “raddoppiare” la terapia, si è concluso constatando che in circa il 60 per cento dei casi presi in esame i rimedi a base di erbe avevano avuto un ruolo non marginale nell’andamento della terapia, scatenando reazioni avverse. Il problema, come sostenuto dal team di ricercatori, risiede purtroppo nell’auto-prescrizione e nella mancata consultazione del medico curante, che ovviamente conosce i rischi legati all’interazione tra farmaci e rimedi erboristici: la raccomandazione rimane sempre quella di non prendere troppo alla leggera delle terapie, siano anche di origine naturale.

Photo credit: Pixabay.it