Livelli delle polveri sottili a Roma: è allerta inquinamento per Capodanno

Nonostante le forti piogge, c’è ancora preoccupazione per i livelli di polveri sottili a Roma, con livelli di inquinamento dell’aria bel al di sopra della soglia di tolleranza

 

C’è preoccupazione per i livelli di agenti inquinanti concentrati nell’aria della Capitale, che in questi giorni di festa ha fatto registrare livelli di polveri sottili ben oltre la soglia di tolleranza dei 40 μg/m³. I moltissimi visitatori giunti a Roma e nella Città del Vaticano per il Natale e la frenetica corsa ai regali dell’ultimo minuto con mezzo privato, non ha aiutato la situazione già di per sé critica.

--pubblicità--

Livelli delle polveri sottili a Roma: è allerta inquinamento per Capodanno

Si va dalle tre segnalazioni del 23 dalle centraline Preneste (53), Bufalotta (65) e Tiburtina (73) , a quelle ben più numerose e con livelli ben oltre il limite di legge, della vigilia e del 25 dicembre: il 24 Malagrotta (51), Magna Grecia (56), Bufalotta (59), Fermi (60), Cinecittà (72), Preneste (73), Tiburtina (82); mentre nel giorno di Natale si è verificato un ulteriore peggioramento, giorno in cui tutte hanno registrato valori sopra la media. Non va meglio neanche in provincia di Roma, con Colleferro che ha toccato addirittura il tetto dei 90 e Ciampino che è arrivata a 70.

Si rischia, ora, che venga istituito il blocco del traffico, imposto per legge dopo tre giorni consecutivi di sforamenti dei livelli medi, che potrebbe arrivare proprio a ridosso delle celebrazioni di San Silvestro di domenica 31 dicembre. Per la notte del 30 dicembre, in quasi tutti quartieri all’interno del Grande Raccordo Anulare, si stima che l’allarme sarà arancione, ovvero con livelli poco superiori ai limiti di guardia, mentre nel centro storico e nella fascia sud ovest della Capitale si avrà un livello maggiore, con una qualità dell’aria da bollino rosso. Va ancora peggio a Frosinone e provincia con livelli di polveri sottili che superano addirittura quelli nazionali. La speranza ora è che le forti piogge previste per i prossimi giorni, e già iniziate da mercoledì, riescano ad attenuare la situazione e mantenere i livelli di agenti inquinanti nell’aria ad un livello più tollerabile.

Photo Credits: Pixabay