Edilizia e ambiente: impatto minore con l'utilizzo della canapa

Utilizzare la canapa come isolante nella costruzione di edifici consente di ottenere fabbricati più sostenibili ed efficienti

 

Se pensiamo ai possibili utilizzi della canapa, la prima cosa che ci viene in mente sono le sue proprietà “ricreative”, ma si tratta di un’idea a dir poco riduttiva della pianta. Al contrario, è possibile impiegarla in molteplici campi, da quello alimentare, all’abbigliamento, fino all’edilizia.

--pubblicità--

Già diffusa in molti paesi europei da oltre trent’anni, la canapa si sta facendo largo anche tra le ditte di costruzioni italiane, che la utilizzano come isolante, per tamponamenti, intonaci e molto altro, ottenendo, così, edifici più sostenibili dal punto di vista dell’ambiente, ma anche più efficienti sul lato energetico, riducendo i consumi degli impianti di climatizzazione, in particolare nelle aree del Mediterraneo caratterizzate da un clima caldo temperato.

Edilizia e ambiente: impatto minore con l'utilizzo della canapa

Recentemente il Centro Ricerche ENEA di Brindisi ha effettuato degli studi sui vantaggi dell’utilizzo di fibre di canapa come isolante, dimostrando come queste mescole migliorino l’isolamento termico, attenuandone di circa il 30% il flusso, ossia la quantità di calore che passa attraverso un materiale in un dato momento, e diminuendo del 20% la trasmittanza, vale a dire la facilità con cui un materiale si lascia attraversare dal calore. Inoltre la canapa ha una buona permeabilità al vapore acqueo, permettendo così di evitare la formazione di condensa.

Inoltre, le case costruite con un composto di calce e canapa presentano un bilancio negativo di emissioni di CO2, rendendo l’aria più salubre.

Si tratta di dati molto importanti, in quanto, costruire riqualificare in modo sostenibile potrebbe far risparmiare il 50% di energia e ridurre le emissioni di COnell’atmosfera, causate per il 45% proprio dalle abitazioni.

Sempre da test effettuati dai laboratori ENEA, risulta che la canapa vanti anche una notevole resistenza e buona deformabilità, caratteristiche che la rendono un ottimo materiale da impiegare anche per la costruzione di edifici antisismici, perfetta per le zone ad alto rischio.

Dunque, sicurezza, risparmio energetico, sostenibilità, risparmio in bolletta e proprietà antisismiche per questa pianta dalle mille proprietà.

 

Photo credits Facebook