Sustainability Life

Frutta secca, mai buttare i gusci: tre metodi ecologici per riutilizzarli in casa

Con i gusci della frutta secca potete fare tante cose, ecco le idee di riciclo da conoscere e da copiare.

Forse non tutti lo immaginano, ma esistono tre metodi ecologici per riutilizzare i gusci della frutta secca. Prima di tutto per evitare di produrre tanti scarti e poi anche per risparmiare sull’acquisto di altri materiali. Infatti i gusti della frutta secca rappresentano un piccolo tesoretto che è un gran peccato gettare via nel cestino dell’immondizia.

Lo sappiamo che sono dei prodotti naturali perfettamente compostabili, quindi che comunque se ben riciclati e differenziati vanno a finire in una ciclo sostenibile a livello ambientale. Ma se possono ancora essere sfruttati, magari per migliorare la vostra vita in casa, perché non approfittarne? Allora vediamo come usare i gusti di frutta secca in modo ecologico.

Tre modi per utilizzare i gusci di frutta secca in casa

Capita soprattutto durante le feste di fine anno di portare in tavola tanta frutta secca in più rispetto al resto dell’anno. Anche se, va detto, la frutta a guscio ha tante proprietà benefiche e andrebbe mangiata regolarmente sempre. Certo senza esagerare, ma dovrebbe far parte di una sana e corretta alimentazione.

Ad ogni modo se anche voi alla fine del pasto vi ritrovate a buttare gusci di noci, arachidi, pistacchi o nocciole, ecco come usarli in modo ecologico.

come usare gusci frutta secca
Frutta secca a guscio, ecco come riciclare gli scarti – biopianeta.it

Si possono usare i gusci della frutta secca in diversi modi, ad esempio per realizzare un materiale adatto alla pacciamatura delle piante. Con i gusci sistemati in modo adeguato sulla superficie del terreno, in prossimità delle piante, permetterete a queste ultime di patire meno il freddo. Questo metodo è adatto sia in casa che in giardino.

In pratica i gusci della frutta secca disposti a strati sul terreno vanno a creare un isolamento termico che impedisce al freddo di danneggiare le radici delle piante. Tra l’altro, questi elementi naturali vanno poi a trasformarsi con il tempo in un concime naturale che nutre il terreno e lo rende più fertile.

Quando volete creare un maggiore drenaggio nel terriccio troppo compatto di qualsiasi tipologia di piante in vaso potete aggiungere frantumi di gusci di noci o di nocciole ma anche di arachidi o pistacchi. In questo modo potrete risparmiare i soldi delle palline di argilla espansa che in genere servono proprio per rendere il terreno più arioso e permettere all’acqua di fluire con facilità. Anche messi nel sottovaso daranno risultati ottimali. Non avrete mai più ristagni di acqua e le piante vivranno meglio.

Altro modo per usare i gusci di nocciole se avete una stufa a pellet è mescolarli con il combustibile in modo da usarne di meno e aumentare la resa. I gusci vanno frantumati per bene e occorre poi miscelarli. Ovviamente questo vale quelle policombustibili, e vi suggeriamo comunque di non esagerare perché essendo oleosi, a lungo andare potrebbero rovinare la vostra apparecchiatura.

Back to top button
Privacy