Curiosità

Con questo piccolo ‘intervento’ su condizionatori e termosifoni riduci al minimo i costi in bolletta

Per ridurre i costi della bolletta esiste un metodo efficace che pochissime persone conoscono: è sufficiente compiere una piccola azione.


Nell’epoca moderna i termosifoni e i condizionatori sono fondamentali per garantire una temperatura stabile nelle case, soprattutto durante le stagioni estive e invernali. Qual è allora l’origine di questi eccezionali apparecchi? Secondo gli storici, il primo termosifone della storia nacque addirittura nel lontano 1839, grazie all’italiano Pietro da Zanna. Quest’ultimo creò un calorifero ad aria compressa che fu perfezionato da un altro imprenditore italo-russo nel 1855. In modo particolare, l’aria compressa fu sostituita dall’acqua per migliorare le prestazioni del termosifone. Non a caso questa secolare innovazione è utilizzata ancora oggi.

Per quanto riguarda il raffreddamento dell’aria, il primo apparecchio fu realizzato nel 1886 grazie all’inventore Lewis Latimer. Oggi, fortunatamente, la tecnologia è capace di ottenere degli apparecchi meno inquinanti e meno dispendiosi dal punto di vista ambientale ed economico.

Come ridurre i costi in bolletta

Fra poco molti italiani saranno costretti ad accendere i termosifoni o i condizionatori per riscaldarsi, poiché la stagione invernale sta per arrivare. Chiaramente, tutto questo comporterà un aumento dei costi sulla bolletta del gas o della luce. Inoltre, in inverno la luce solare si riduce al minimo, perciò le case si raffreddano più facilmente. Pertanto, l’unico sistema in grado di fornire riscaldamento e di garantire una temperatura costante è dato dalla caldaia, che utilizza il gas per riscaldare l’acqua dei termosifoni. Per fortuna, ci sono dei consigli molto utili capaci di far risparmiare centinaia di euro all’anno, eliminando anche una serie di sprechi causati dall’utilizzo del gas.

trucco risparmiare bolletta termosifoni
Come regolare i termosifoni per risparmiare in bolletta – biopianeta.it

Innanzitutto, il primo consiglio è ottimizzare tutti gli apparecchi elettronici presenti in casa, affinché non ci sia una dispersione di risorse inutile. Dopodiché, bisognerebbe iniziare una manutenzione periodica della caldaia, poiché questo strumento tecnologico è il principale impianto di riscaldamento dell’abitazione. Ciò significa che deve funzionare sempre al 100%, altrimenti durante le stagioni invernali potrebbe non riuscire a riscaldare l’acqua. In più, se la caldaia non venisse pulita e controllata periodicamente si rischierebbe anche di consumare più gas e, di conseguenza, più soldi in bolletta.

Un altro consiglio molto utile riguarda la regolazione del termostato. Secondo gli esperti, è sufficiente aumentare o diminuire di qualche grado la temperatura per stravolgere i costi. In altre parole, non bisogna mai sottovalutare la temperatura impostata sul termostato. Inoltre, il perimetro dell’abitazione dovrebbe avere un buon isolamento termico, affinché non entrino spifferi di aria fredda dall’esterno. Ovviamente, un altro metodo per stabilizzare la temperatura e per risparmiare è regolare i termosifoni: la temperatura non deve essere eccessiva per non impattare negativamente sul costo della bolletta.

Back to top button
Privacy