Salute e benessere

Dagli scarti alla frutta e verdura, 10 consigli per conservare gli alimenti senza sprecare nulla

Come conservare gli alimenti per evitare sprechi in cucina? Ecco 10 consigli che torneranno utilissimi per non buttare niente


In questo periodo particolare è davvero complicato avere in casa tutto ciò che vorremmo. In particolare, per la spesa quotidiana, l’inflazione è tale che molte famiglie italiane comprano soltanto lo stretto indispensabile ogni giorno. Sono lontani i tempi in cui le famiglie facevano quelle spese enormi, comprando anche quel di più che ormai resta sugli scaffali. Il periodo economico è delicato, e di conseguenza bisogna strizzare ogni centesimo risparmiato.

E allo stesso tempo, in casa, si cerca di non buttare niente. Gli sprechi sono sempre da evitare e infatti si cerca di ottenere qualcosa da scarti di cibo, come esempio frutta e verdura, e non solo. Spesso tendiamo a gettare via degli scarti che in realtà possono tornare estremamente utili, non sapendo come riutilizzarli.  Ecco invece 10 preziosi consigli che ci aiutano ad evitare di sprecare cose e cibo, e come conservare gli alimenti.

10 consigli per evitare sprechi

Tutti noi in cucina rischiamo di sprecare scarti che potrebbero invece tornarci molto utili, e perché no, riutilizzarli ancora. Con alcuni piccoli consigli la nostra dispensa potrebbe essere maggiormente sotto il nostro controllo e piena di elementi da poter riutilizzare. Ogni cosa che utilizziamo in cucina, infatti, potrebbe essere riutilizzata, ma il rischio che corriamo è che alcuni alimenti che abbiamo, non siano correttamente conservati e si rischia di buttarli via prima di usarli.

conservare gli scarti di cibo
Scarti di cibo_ 10 trucchi per conservarli – biopianeta.it

Ad esempio, consiglio numero 1, se abbiamo della farina aperta in dispensa, chiudiamola subito in un contenitore ermetico, o alle brutte conserviamola in frigorifero. Infatti, le cosiddette “farfalline” della farina, sono sempre in agguato. Per evitare spiacevole sorpresa, anche le erbe aromatiche vanno ben conservate. Infatti, come consiglio numero 2, va posto alla base di un contenitore un foglio di carta, porre le erbe al di sopra, mettere un altro foglio sopra, chiudere il contenitore e riporre in frigorifero.

Altri consigli utili

Il terzo consiglio riguarda gli scarti del brodo e non solo. Infatti, bucce, parti esterne, gambi, sono tutti elementi che possono essere raccolti e non buttati. Dopo averli inseriti in un sacchetto, si possono riporre in freezer. Così come, consiglio 4, gli scarti del caffè: non buttateli! Raccolti e messi in frigo, eliminano gli odori. Numero 5: lavate sempre frutta con acqua e aceto, asciugatela benissimo e riponetela in un contenitore con carta assorbente. Conservata in frigo, inoltre, per ridurre l’umidità, è consigliato riporre un panno alla base del contenitore, che la assorbirà.

Numero 7: tenere sempre separate cipolle e patate, che non amano stare insieme. Conservatele inoltre ben chiuse in un luogo fresco e asciutto. Il consiglio numero 8 è particolarmente utile: spesso facciamo scadere le cose senza accorgercene. Etichettiamo con la data di scadenza tutto ciò che abbiamo in credenza. Per la frutta secca, che rischiamo di dimenticare in dispensa, chiudiamola in un contenitore ermetico ben sigillato. Infine, come ultimo trucchetto, anche l’acqua può essere riutilizzata. Se ci avanza, ad esempio dopo aver lavato qualcosa e non ha presenza di aceto o detersivo, possiamo riutilizzarla per annaffiare le piante.

Back to top button
Privacy