Curiosità

La nostra generazione è ad ua svolta epica: cosa ci aspetterà a breve

Secondo le ultime analisi, eseguite da grandi esperti, l’attuale generazione si troverebbe dinanzi ad una svolta storica.


La storia dell’umanità è costellata da tantissimi cambiamenti epocali, che hanno segnato la vita di tantissime generazioni. Uno degli esempi più ricorrenti è la svolta generazionale avvenuta durante la rivoluzione industriale. In quel periodo ci fu una vera e propria transizione economica, accompagnata da un cambiamento totale della società, la quale passò dalla vita prevalentemente contadina a quella industrializzata. Infatti, per la prima volta tutto venne meccanizzato e gli esseri umani si ritrovarono ad essere aiutati da delle macchine.

Chiaramente, quel periodo portò profonde preoccupazioni e ansie per il futuro, fino al giorno in cui le varie generazioni riuscirono a trovare un nuovo equilibrio. Oggi si sta ripresentando la medesima situazione, soprattutto grazie all’arrivo dell’intelligenza artificiale e dei social, che stanno plasmando la generazione del futuro.

In arrivo una nuova svolta generazionale

Recentemente, uno scienziato ha dichiarato che la specie umana potrebbe essere vicina ad una svolta epica entro il 2100, a causa del crollo della civiltà. Per la precisione, il professore William E. Rees dell’Università della British Columbia del Canada, ha parlato addirittura di “correzione della popolazione”.

Ma cosa significa? Secondo lui, entro la fine di questo secolo, l’umanità “correggerà” la propria popolazione, cioè gli esseri umani freneranno la diffusione della specie umana sulla Terra. Il motivo principale è la carenza di risorse, poiché già oggi il pianeta non è in grado di sfamare 8 miliardi di persone in un anno, figuriamoci nei prossimi decenni.

l'attuale generazione si trova ad una svolta
I futuri problemi della Terra – biopianeta.it

Inoltre, il cambiamento climatico porterà l’innalzamento dei mari e, di conseguenza, alcune terre emerse si inabisseranno, facendo diminuire lo spazio sul quale far vivere gli esseri umani. Pertanto, in futuro ci potrebbero essere molte più persone di oggi sulla Terra, che vivrebbero su uno spazio ridotto e carente di risorse.

Inoltre, un altro campanello d’allarme arriva annualmente con il famoso Earth Overshoot Day, cioè il giorno in cui il pianeta inizia ad essere sovrasfruttato, poiché ha terminato la propria produzione di cibo da offrire agli esseri umani. Purtroppo, ogni anno questo temibile giorno arriva sempre prima, infatti quest’anno è giunto addirittura il 2 agosto.

In altre parole, è come se una famiglia con un mutuo riuscisse a pagare le rate fino al 2 agosto, e l’anno successivo fino al mese di luglio. Quindi, per completare le rate annuali sarebbe costretta a chiedere altri soldi in prestito.

Sulla Terra sta avvenendo un qualcosa di simile, poiché dal 2 agosto in poi gli umani chiedono “in prestito” risorse in più al pianeta, proprio per poter arrivare alla fine dell’anno. Inoltre, secondo alcuni calcoli molto precisi, se tutti gli abitanti della Terra consumassero lo stesso quantitativo di cibo e di materiali, che consumano ogni anno gli italiani, il mondo intero per sopravvivere avrebbe bisogno di 2,7 pianeti come la Terra.

Back to top button
Privacy