Il mondo della cucina è pieno di piccolezze che possiamo scoprire solo grazie agli anni e all’esperienza davanti ai fornelli. Se c’è qualcosa di fondamentale però questo è sicuramente non perdere assolutamente la voglia ed il piacere della scoperta. Mangiare sempre la stessa gamma di pietanze infatti può essere piacevole, ma altrettanto limitante e poco salutare.

Sia per chi si avventura in una preparazione che per chi assaggerà la pietanza invece, una nuova ricetta non può che essere un grande stimolo. Ecco perché oggi vogliamo proporvi qualcosa dal sapore delicato ma molto particolare, ovviamente senza rinunciare alla facilità nell’esecuzione. Ecco a voi la ricetta del risotto alla rapa rossa con fonduta di pecorino.

Come preparare

Per la preparazione vi occorreranno 400g di riso vialone, 70g di rapa rossa già cotta al vapore, uno scalogno di grandi dimensioni, 120ml di panna fresca, 80g di pecorino grattugiato, mezzo bicchiere abbondante di vino bianco, due cucchiaini di porro tritato, un paio di noci di burro, una dose abbondante di brodo vegetale, una dose a vostro piacere di granella di mandorle, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

--pubblicità--

Iniziate facendo soffriggere per qualche minuto il porro in una piccola dose di olio. Nel frattempo tagliate la rapa a dadini, che inserirete all’interno della padella. Dopo 5 minuti, versate il tutto all’interno del vostro frullatore, ottenendo una crema abbastanza densa. Nel frattempo, nella medesima padella, fate appassire lo scalogno tagliato molto piccolo bagnandolo con un po’ di olio EVO. Passati un paio di minuti mettete a tostare il riso.

Sfumate con il vino bianco, salate e pepate leggermente, e iniziate ad irrorare con il brodo vegetale finche la cottura non vi sembrerà quella adatta. Circa a metà di questa, aggiungete la crema di rapa e mescolate, mantecando con del burro. Simultaneamente, versate in un pentolino a fuoco basso la panna ed il pecorino, pepando leggermente il tutto. Quando impiatterete, versate sul fondo il risotto alla rapa, poi la fonduta, ed infine guarnite con una piccola striscia di granella di mandorle. Buon appetito!