Portare il cane a spasso è una routine quotidiana che siamo abituati ad affrontare da sempre. Chi possiede un cucciolo e tiene alla sua salute infatti sa che questo ha bisogno di compiere i propri bisogni almeno un paio di volte al giorno.

D’altronde, rispetto a tutto ciò che di positivo può dare la presenza di un cane all’interno di un’abitazione, i doveri nei suoi confronti sono minimi. Basterà infatti assicurargli un pasto giornaliero e come detto un paio di passeggiate, e verrete ripagati con una dose di affetto senza precedenti. Difficilmente però potrete andare in giro lasciando libero il vostro animale, soprattutto quando questo è di taglia abbastanza grande.

La scelta è fondamentale

Nella maggior parte dei casi dunque è necessario un guinzaglio. Questo però deve avere un appiglio al corpo del vostro cane. Negli ultimi anni sono diventate sempre più alla moda le “pettorine“, che hanno declassato completamente i classici collari.

--pubblicità--

Questi ultimi sono stati sconsigliati per una serie di motivi tra cui la possibilità di danni permanenti al collo del vostro cucciolo. Una ricerca condotta dalla Nottingham Trent University e pubblicata su Veterinary Recordha messo in luce le conseguenze che può comportare uno strattonamento troppo forte.

Sono stati testati sette tipi di collari differenti e la conclusione è stata che

“Nessuno di quelli che abbiamo analizzato si è dimostrato in grado di evitare il rischio di lesioni. Siamo rimasti sorpresi nello scoprire che in pratica qualunque tipo di collare per cane potrebbe causare danni quando l’animale tira”

A maggior ragione dunque vi consigliamo al 100% l’utilizzo di pettorine. In generale comunque, il suggerimento è quello di assecondare il movimento del vostro cucciolo, in maniera da evitare qualunque possibilità di danni permanenti.