Salute e benessere

Se usi la melatonina per dormire, dovresti sapere questo: i casi in cui può diventare veramente pericolosa

Chi usa la melatonina per dormire dovrebbe sapere i casi in cui può diventare veramente pericolosa: ecco le informazioni da conoscere. 


La melatonina è un ormone naturale che aiuta a riposare bene e a contrastare i disturbi del sonno che potrebbero sorgere in una persona. Tuttavia, bisogna fare molta attenzione a prendere questi integratori perché potrebbero avere degli effetti negativi.

Quando si parla di melatonina si pensa subito ai vari ruoli che svolge all’interno del nostro corpo: regola il nostro ciclo sonno/veglia, favorisce l’addormentamento e ha effetti benefici contro il jet lag. In pratica, la melatonina ha una duplice azione sul sonno: cronobiotico, cioè agisce sull’orologio biologico interno; e soporifero, ovvero facilita l’addormentamento e il mantenimento del sonno.

Oltre al sonno, questo integratore viene assunto anche per il funzionamento cardiovascolare e immunitario, ma anche per la fertilità, la gravidanza e la salute intestinale. Spesso si consiglia di assumerla in quanto, a differenza dei sonniferi, non crea dipendenza. Tuttavia, è importante conoscere quali sono gli effetti collaterali, le controindicazioni e i rischi di assumere la melatonina per dormire.

Quali sono i rischi e le controindicazioni della melatonina per dormire?

I possibili effetti collaterali della melatonina sottolineati da diversi utenti nel corso degli anni sono il ciclo del sonno interrotto e sogni vividi, in pratica la qualità del sonno è scarsa e in molti fanno gli incubi. Se l’integratore viene assunto in alte dosi è possibile avere sonnolenza diurna.

Attenzione alla melatonina
I rischi e gli effetti collaterali della melatonina – Biopianeta.it

Il mal di testa è tra gli effetti collaterali più noti e comuni che vengono riscontrati da coloro che assumono l’integratore abitualmente. È stato riscontrato anche la presenza di vertigini. Così come irritabilità, dove alcuni potrebbero vedere il loro umore cambiato o addirittura sperimentare una depressione temporanea.

Sebbene la melatonina sia considerata sicura nel breve termine, gli effetti dell’uso continuato nel tempo non sono ancora del tutto noti. Tuttavia, alcuni studi condotti in questi anni suggeriscono che l’uso prolungato potrebbe influire negativamente sui livelli ormonali e sulla salute riproduttiva.

È stato indicato che le persone che soffrono di malattie infiammatorie o autoimmuni, così come le donne incinte e che allattano, i bambini e gli adolescenti non dovrebbero consumare questa sostanza. Si consiglia la consulenza medica alle persone affette da epilessia, asma, che soffrono di disturbi dell’umore, del comportamento o della personalità o che seguono un trattamento farmacologico.

In ogni caso, il suggerimento che viene dato è quello di non utilizzare integratori alimentari contenenti melatonina a cuor leggero. Questo senza aver ricevuto il parere del proprio medico curante o di uno specialista.

Back to top button
Privacy