Salute e benessere

Pancreas, questi sono i primi segnali del tumore: ignorarli può essere pericolosissimo

I segnali che suggeriscono un tumore al pancreas non vanno ignorati. La diagnosi precoce è fondamentale per combattere il cancro. 


Il nostro corpo invia segnali quando qualcosa non funziona correttamente. Dobbiamo prestare attenzione e riconoscere i campanelli d’allarme che suggeriscono una patologia anche grave, come un tumore. Il pancreas è una ghiandola che abbiamo nell’addome, tra lo stomaco e la colonna vertebrale.

Si compone di una parte esocrina responsabile della produzione di enzimi utili alla digestione e di una endocrina che aiuta nella formazione e rilascio nel sangue di ormoni fondamentali per l’organismo (ad esempio insulina e glucagone). In presenza di mutazioni di alcuni geni si può manifestare un carcinoma pancreatico. La causa ereditaria è la più comune per il tumore al pancreas.

In Italia questo tipo di tumore rappresenta il 3% di tutte le tipologie di cancro tra uomini e donne con storia familiare nel 10% dei pazienti. Come per ogni altra patologia la diagnosi precoce è importantissima per iniziare il trattamento indispensabile per curare il paziente il prima possibile. La sola potenziale cura per il cancro al pancreas è la resezione chirurgica ma è possibile che l’intervento non sempre sia praticabile perché il tumore si scopre solo in fase avanzata.

I segnali collegati al tumore al pancreas: quando andare dal medico

Bisogna rivolgersi al medico se in famiglia ci sono casi di tumore al pancreas tra parenti di primo grado o parenti stretti. Lo specialista prescriverà test genetici ed esami specifici per tenere sotto controllo il pancreas ed eventualmente diagnosticare il tumore in fase iniziale. Se le cellule tumorali, infatti, dovessero diffondersi in altre parti dell’organismo per una diagnosi fatta troppo tardi potrebbero non esserci trattamenti efficaci da seguire.

Riconoscere il tumore al pancreas
I sintomi del cancro al pancreas (Biopianeta.it)

Il problema è che all’inizio non ci sono evidenti sintomi da riconoscere. E quando si manifestano spesso vengono associati ad altri disturbi. La sintomatologia più comune comprende l’ittero, urine scure e feci chiare, perdita di peso, scarso appetito, dolore all’addome e alla schiena, nausea e vomito, formazione di coaguli nel sangue, allargamento della cistifellea o del fegato, alterazione dei livelli di zucchero nel sangue.

Oltre all’intervento chirurgico – l’asportazione del pancreas può avere complicazioni gravi – i trattamenti oggi utilizzati sono la radioterapia, la chemioterapia, l’immunoterapia e la terapia mirata. Tra tutte le neoplasie, il tumore al pancreas è forse quella più difficile da curare. C’è una prevenzione efficace? In realtà no, le indicazioni sono quelle comuni per tutelare la salute in generale. Non fumare, seguire un’alimentazione ricca di frutta e verdura, bere poco alcool e fare attività fisica.

Valentina Trogu

Web Content Writer, scrittrice e mediatrice familiare. Laureata in Sociologia - Analisi delle Politiche Sociali. Dal 2017 redigo contenuti per il web trattando temi di economia, finanza, attualità, salute.
Back to top button
Privacy