Curiosità

Domenica hai ospiti veg a pranzo? Preparagli i paccheri con crema di fave e topinambur | Farai un figurone

Un primo piatto vegano buonissimo: paccheri con crema di fave e topinambur, è un mix perfetto, facilissimo e veloce da fare.


Capita di avere ospiti a pranzo all’improvviso e se nello specifico si tratta di qualcuno che segue un‘alimentazione vegana potremmo non sapere esattamente cosa preparare. C’è un piatto dal carattere prettamente primaverile perché si compone di ingredienti di stagione ed è semplicissimo e rapido da realizzare.

Basta avere in casa fave e topinambur, due ortaggi tipici di questi mesi per preparare in poche mosse un primo piatto super gustoso e che rientra perfettamente nella cucina vegana. Per fare i paccheri con crema di fave e topinambur infatti serve davvero poco.

Oltre a qualche semplice ingrediente con cui si realizza una buonissima crema di condimento della pasta occorre poco altro. È un piatto nutriente e leggero, con un sapore delicato e una consistenza avvolgente e vellutata. Ottimo da preparare come pranzo improvvisato, fa fafe bella figura e risulta saziante e raffinato.

Paccheri con crema di fave e topinambur: vegano e di stagione, facile e buono

Tra i vari tipi di pasta la scelta dei paccheri è quella più indicata perché è il formato ideale per accogliere questo condimento cremoso. Oltre a fave e topinambur serve un po’ di brodo vegetale che è sempre bene avere in casa, sottoforma di dado o di granulare, e poi una cipolla per soffriggere e insaporire delicatamente. Si tratta di un piatto abbastanza leggero e si calcola che ogni porzione contiene circa 600 calorie. Le dosi di questa ricetta sono per 4 persone. 

primo piatto con paccheri, fave e topinambur
La ricetta dei paccheri con crema di fave e topinambur – biopianeta.it

Ingredienti

  • 300 g di paccheri
  • 300 g di fave sgranate
  • 2 topinambur
  • 1 piccola cipolla bionda
  • 1/2 l di brodo vegetale
  • 1/2 limone
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato q.b.

Preparazione

  1. La prima cosa da fare è scottare le fave sgranate in acqua bollente per 2-3 minuti. Poi, dopo averle scolate e lasciate intiepidire bisogna rimuovere la pellicina che le avvolge.
  2. In una padella mettere a soffriggere la cipolla affettata sottilmente in 4 cucchiai di olio. Dopo, aggiungere le fave e rosolarle, mettendone da parte un po’.
  3. Versare anche il brodo e proseguire la cottura coprendo parzialmente con un coperchio per 15 minuti finché le fave si saranno ammorbidite.
  4. Con un mixer ad immersione frullare le fave e formare così una crema. Salare e pepare. Se dovesse risultare troppo liquida bisogna metterla in un pentolino e farla restringere a fuoco basso per qualche minuto.
  5. Pelare i topinambur e tagliarli a fettine molto sottili. Metterli in ammollo con acqua e succo di limone.
  6. Nel frattempo cuocere i paccheri in abbondante acqua salata e quando sono al dente scolarli e condirli con la crema di fave amalgamando bene.
  7. In ultimo impiattare, tritare le fave messe da parte e cospargere con queste i piatti e aggiungere le fettine di topinambur scolate.
Back to top button
Privacy