Ambiente

Non buttarle mai nella raccolta differenziata: i danni all’ambiente sono impressionanti

Sai che ci sono alcuni oggetti che non dovresti assolutamente gettare nella raccolta differenziata? Creano ingenti danni all’ambiente!


Da diversi anni, ormai, in tutta l’Italia si svolge, ogni giorno, la raccolta differenziata. Con il passare del tempo e con l’aggiunta di nuovi materiali, ci si è resi conto che gettare tutto in un’unica busta, avrebbe solo arrecato danni all’ambiente nel momento in cui quest’ultimi sarebbero giunti nelle discariche. Per questo motivo, per poter preservare l’integrità dell’ambiente stesso, ci si è ritrovati a creare diverse buste per gettare gli oggetti al loro interno, in modo corretto.

Non tutti però svolgono quest’attività con le dovute attenzioni. Vediamo insieme quali sono gli oggetti che non devono assolutamente essere gettati nella raccolta differenziata, perché possono creare danni all’ambiente esterno.

Oggetti che non vanno nella raccolta differenziata: fai molta attenzione!

Quando decidiamo di mettere in pratica la raccolta differenziata, dobbiamo conoscere tutti gli oggetti che vanno riposti al loro interno. Per questo motivo, poiché tantissimi oggetti cambiano ‘categoria’ di appartenenza in base al comune, è bene che si seguano le direttive di quest’ultimo. Il comune, infatti, fornisce una guida alla raccolta differenziata, determinando le ‘buste’ scelte per ogni oggetto messo al loro interno.

Ebbene vediamo insieme quali sono gli oggetti che proprio non vanno all’interno della raccolta differenziata. Molti sbagliano di continuo!

oggetti non raccolta differenziata
Tutti gli oggetti che non vanno nella raccolta differenziata (Biopianeta.it)

Tra gli oggetti da non riporre nella raccolta differenziata, troviamo senz’altro i seguenti:

  • Scontrini. Partiamo da un oggetto molto semplice con cui abbiamo a che fare ogni giorno della nostra vita, anche quando acquistiamo semplicemente alimenti al supermercato. Quest’ultimi, che sono fatti di carta, in realtà posseggono su di essi un tipo di inchiostro davvero dannoso per l’ambiente, che serve a non cancellare ciò che c’è scritto sullo scontrino, mostrandolo come ‘prova’ per un eventuale errore del supermercato o per capire quanto si è speso. Per questo motivo va gettato nell’indifferenziato.
  • Polistirolo. Su quest’oggetto c’è molto da dire e possiamo terminare semplicemente dicendo che dipende molto dal comune di appartenenza, ma solitamente vanno gettate nell’indifferenziato.
  • Pyrex. Questo materiale, com’è risaputo, reagisce molto bene alle alte temperature, di conseguenza difficilmente può sciogliersi, come accade con il vetro. Ecco perché nel momento in cui dobbiamo gettarlo via, dobbiamo scegliere il bidone giusto: l’indifferenziato.
  • Batterie per il telecomando e lampadine. Quest’ultime hanno al proprio interno del mercurio, che difficilmente verrà rimosso dall’ambiente, anzi potrebbe diventare davvero molto pericoloso per quest’ultimo. Per questo motivo è bene inserirle in una busta e portarle all’isola ecologica.
Back to top button
Privacy