Curiosità

Annaffiare le piante, come capire quando è il momento: così non puoi sbagliare

Ci sono alcuni piccoli accorgimenti che ti fanno capire quando è arrivato il momento di annaffiare le vostre piante.


Non è facile capire quando è meglio annaffiare le piante. Se anche voi pensate di aver bisogno di un programma prestabilito, allora vuol dire che avete sempre sbagliato il modo e come dare l’acqua.

Non è facile prendersi cura delle piante che si hanno dentro casa. La cosa più difficile da fare, in ogni caso, è quando dare loro dell’acqua. Capita spesso di darne troppa o troppa poca e il risultato finale è ovviamente che alla fine le nostre piante tendono a morire. Troppe volte si annaffia nel modo sbagliato, soprattutto se lo si fa attraverso un programma prestabilito. Tra non molto vi sveleremo il modo corretto di come dare l’acqua alle vostre piante. Vi accorgerete di quanto sia molto facile e soprattutto non le farete più soffrire inutilmente.

Bisogna prestare molta attenzione a questi piccoli accorgimenti per riuscire a dare una nuova vita alle piante. Quello che dovete fare è solo continuare a leggere questo articolo.

Come accorgersi che le piante hanno bisogno di acqua

Una delle cause delle morte delle piante dipende soprattutto dall’acqua che si dà. Troppo poca o in abbondanza, in ogni caso, fa male. La prima cosa da fare è quella di testare il terreno, che attraverso il dito. Quello che dovete fare è molto semplice, ovvero spingere il dito all’interno, circa ogni due giorni, e sentire il livello di umidità. Se è troppo secco allora dovete dare l’acqua!

metodo annaffiare piante
Dare l’acqua alle piante è molto importante – Biopianeta.it

Puoi testare il terreno anche attraverso un bastoncino (o anche uno spiedino va bene) che non deve essere né trattato né colorato. Quello che dovrete fare è inserirlo in modo delicato all’interno del suo terreno, cercando di non colpire le radici.

Bisogna prestare molta attenzione anche alle foglie appassite o cadenti: questo succede soprattutto a causa dell’acqua che non risulta essere sufficiente. Se si riesce ad annaffiare subito dopo che si presenta questo problema, allora è molto probabile riuscire a farle ravvivare.

Bisogna imparare anche a riconoscere il colore del terreno: quando è umido appare più scuro di quello asciutto. Potrebbe essere anche questo un piccolo accorgimento che vi fa capire quando la vostra pianta ha bisogno di acqua oppure no.

Forse quello che non sapete è che accorgersi se la pianta ha bisogno o meno dell’acqua è molto facile: c’è un altro modo, ossia quello di pesarla. Se il terreno è umido allora sarà più pesante, se invece necessita di acqua risulterà più leggero.

Back to top button
Privacy