Sustainability Life

Questi oggetti di casa e cucina non li lavi quasi mai: stai commettendo un errore gravissimo

Tutti noi dedichiamo tanto tempo alla pulizia della casa. Ma molto probabilmente, tanti di noi trascurano di lavare questi oggetti


Nella frenesia della vita quotidiana, ci sono alcuni oggetti domestici che spesso cadono nel dimenticatoio quando si tratta di pulizia. Mentre aspiriamo e spazziamo via la polvere dai mobili e dai pavimenti, ci sono elementi più piccoli e apparentemente meno importanti che trascuriamo. Ecco un’occhiata ai principali oggetti domestici che laviamo raramente, se non mai, ma che meritano sicuramente un po’ più di attenzione.

Anche gli oggetti domestici più trascurati meritano un po’ di amore e attenzione quando si tratta di pulizia. Prendersi cura di questi articoli trascurati non solo migliora l’igiene della casa, ma anche la salute e il benessere di chi la abita. È tempo di dare loro la giusta considerazione che meritano.

Gli oggetti di casa e della cucina che laviamo raramente

Laviamo molto raramente il telecomando, grandissimo errore. Questo piccolo dispositivo è un concentrato di germi. Utilizzato da tutta la famiglia, spesso passa di mano in mano senza che nessuno pensi a pulirlo. Merita una pulizia regolare per evitare la diffusione dei batteri.

Pulizia casa, oggetti sottovalutati
Gli oggetti che in casa laviamo raramente – (biopianeta.it)

Sebbene aspiriamo e puliamo regolarmente i pavimenti, spesso trascuriamo i tappeti e i tappetini. Accumulano polvere, peli di animali domestici e altri detriti che possono essere nocivi per la salute se trascurati troppo a lungo.

Mentre sono un’ottima alternativa alle borse di plastica monouso, le borse riutilizzabili possono diventare un terreno fertile per batteri e germi se non le laviamo regolarmente. Laviamole regolarmente per evitare la contaminazione incrociata. E spesso abbiamo dedicato tempo per spiegare quanto sia utile lavare mouse e tastiera del pc. Sono oggetti che usiamo ogni giorno, ma raramente pensiamo a pulirli. Un rapido passaggio con un panno umido o un detergente per schermi può fare miracoli per ridurre il rischio di contaminazione.

Spazzole e pettini per capelli utilizzati per mantenere i capelli in ordine, ma spesso dimentichiamo di tenerli puliti. I residui di prodotti per capelli, pelle morta e olio possono accumularsi sulle setole, rendendo questi strumenti un terreno fertile per batteri e muffe. Un lavaggio regolare con acqua calda e sapone aiuterà a mantenere puliti sia i capelli che gli strumenti che usiamo su di essi.

In cucina, poi, c’è l’apoteosi della trascuratezza. Sul tagliere, per esempio. Spesso usato per tagliare carne, verdure e altri alimenti, il tagliere in legno può diventare un terreno fertile per batteri dannosi se non viene pulito correttamente dopo ogni uso. Ma anche il tostapane. Le briciole che cadono nel tostapane durante l’uso possono accumularsi nel fondo dell’apparecchio. Inoltre, residui di olio o condimenti possono accumularsi sulle pareti interne, favorendo la formazione di muffe e batteri.

Nonché gli strofinacci, che andrebbero lavati almeno 2-3 volte a settimana, così come di pulire con cura le spugne della cucina. Pulire regolarmente questi oggetti della cucina è essenziale per garantire la sicurezza alimentare e proteggere la salute di tutta la famiglia.

Back to top button
Privacy