Vivere green

Pannello fotovoltaico che si attacca direttamente alla spina: il risparmio è assicurato

Un pannello fotovoltaico dalle dimensioni contenute che si attacca direttamente alla presa della corrente. Tutti potranno risparmiare in bolletta. 

Si chiama Plug&Play ed è un’innovazione nel campo dell’energia rinnovabile.Permetterà a chiunque di sfruttare il sole per l’autoproduzione di energia volta a coprire parte del fabbisogno familiare. Scopriamo di più.

La transizione green è iniziata e tutti noi dobbiamo abituarci all’idea di dover ristrutturare casa per salire di una o più classi energetiche. Sono le direttive dell’Unione Europea che gradualmente dovremo abbracciare per evitare di avere una casa che non vale nulla. Un passo alla volta bisognerà effettuare interventi che possano rendere l’abitazione più efficiente dal punto di vista energetico. Si può iniziare con la sostituzione degli infissi, ad esempio, o della vecchia caldaia con una nuova a biomassa. Una soluzione perfetta sarebbe quella di installare sul tetto un impianto fotovoltaico e sfruttare, così, l’energia rinnovabile.

Qui arriva la preoccupazione per chi non ha uno spazio da utilizzare per questo tipo di impianto. Fortunatamente la tecnologia non smette mai di stupire e sono stati realizzati pannelli solari di dimensioni più piccole che si attaccano alla presa della corrente e si possono posizionare su balconi e finestre.

Il pannello fotovoltaico plug&play è adatto a tutti: come funziona?

Il nuovo pannello fotovoltaico è un micro impianto di produzione solare plug&play ossia connetti e produci. Permetterà di creare energia green semplicemente attaccando il pannello alla presa. Si risparmieranno soldi in bolletta – circa il 20% – e si potrà coprire buona parte della produzione di energia elettrica di una famiglia media. Questi pannelli solari non necessitano di autorizzazioni e l’uso è molto semplice.

nuovo pannello solare
Pannello fotovoltaico plug&play, come funziona (Biopianeta.it)

L’impianto è dotato di un modulo fotovoltaico, un inverter e dispositivi di sicurezza più un cavo e una spina schuko che si collega alla presa. Per iniziare ad usarlo basterà chiederne al distributore di rete l’attivazione. La potenza massima di un modulo è di 350 W. Significa per le famiglie poter contare su un aiuto nella produzione di energia gratuita e pulita.

Per quanto riguarda la spesa iniziale si aggira tra i 600 e gli 800 euro ma richiedendo agevolazioni attive come il Bonus ristrutturazioni si potrà recuperare il 50% della spesa e rientrare nell’investimento in tre anni. Tante famiglie stanno già scegliendo un pannello fotovoltaico plug&play per la propria abitazione. Prima di procedere con l’acquisto consigliamo, però, di consultare un esperto per verificare il posizionamento del pannello sul balcone in modo tale da agire in sicurezza.

Back to top button
Privacy