Curiosità

Mani screpolate ed unghie fragili? L’oleolito preparalo tu: servono un solo ingrediente

Hai le mani screpolate e le unghie fragili? Niente paura, con questo oleolito potrai trovare subito benefici! Preparalo così.


In inverno, è molto comune il problema delle unghie fragili e delle mani screpolate. Il motivo? Si sa, il freddo. Quest’ultimo, entrando a stretto contatto con la nostra pelle, tende a renderla screpolata e piena di piccoli taglietti. Le mani, poi, sono anche la parte del corpo, insieme al viso, più esposta ai cambiamenti climatici e agli agenti atmosferici. Per questo motivo, soprattutto in questa stagione, dovremmo cercare di proteggerle con olii e creme idratanti.

Dunque, vediamo insieme come poter creare in casa un oleolito perfetto per queste situazioni. I benefici che ricaverete da tutto ciò saranno davvero incredibili! Pronti a conoscerne gli ingredienti? Ecco di seguito la ricetta.

Oleolito perfetto fatto in casa: addio mani screpolate ed unghie fragili

L’inverno è una stagione davvero meravigliosa sotto diversi punti di vista: vi sono feste importanti come il Natale, la presenza della neve in molte città, la gioia di riunirsi dinanzi ad un camino e così via. Ma, come ogni stagione, ha anche i suoi lati negativi. E tra questi troviamo sicuramente lo screpolamento delle mani e la fragilità delle unghie che, in questo periodo, si accentua sempre più se non corriamo subito ai ripari.

Ecco perché quest’oggi desideriamo farvi conoscere la ricetta perfetta per creare un delizioso oleolito fatto in casa. Quest’ultimo è naturale, economico e soprattutto non irrita la pelle, penetrando in profondità e garantendo un’azione emolliente e idratante. Vediamolo insieme.

preparazione oleolito
Come preparare un ottimo oleolito fatto in casa (Biopianeta.it)

Per creare il nostro oleolito abbiamo bisogno di:

  • bucce di limone biologico
  • olio evo
  • olio di mandorle
  • vasetto di vetro

La prima cosa da fare è sciacquare bene i limoni, anche se sono biologici, ed eliminare, con un pelapatate, la buccia esterna facendo attenzione ad eliminare la parte bianca presente in essa. Mettere quindi tutte le bucce su un canovaccio, lasciandole seccare per circa 2-3 giorni (l’acqua potrebbe essere grande nemico dell’olio, creando grossi problemi all’oleolito).

Trascorso il tempo necessario, riponiamo, all’interno dei un vasetto di vetro (nuovo o perfettamente sterilizzato) le bucce di limone, ricoprendolo, con uguale quantità, con olio extravergine di oliva ed olio di mandorle, fino all’orlo. Chiudiamo ermeticamente, avvolgiamo con della carta stagnola e riponiamo in una credenza fresca e scura.

Abbiamo cura di girare il nostro oleolito ogni giorno, per evitare che le bucce salgano a galla. Dopo 20 giorni il nostro composto è pronto per essere utilizzato. Prendiamo quindi un colino ed una ciotola e versiamo il composto al suo interno, filtrando le bucce di limone che poi getteremo via perché hanno svolto il loro lavoro.

Conserviamo l’oloelito in un vasetto o bottiglina ed utilizziamolo all’occorrenza: per le unghie, basterà metterne qualche goccia su un batuffolo di cotone e massaggiarle prima di andare a letto; per le mani basteranno poche gocce in mezzo ad esse, per renderle morbide e soffici.

Back to top button
Privacy