Vivere green

I prodotti ecologici che usi ogni giorno sono davvero meno tossici? Lo studio

Molti cercano di inquinare di meno scegliendo detersivi ecologici. Eppure ci si chiede se siano davvero meno tossici. 


L’interesse crescente per uno stile di vita sostenibile ha portato molti consumatori a scegliere prodotti domestici “verdi” nella speranza di contribuire a preservare l’ambiente. Tuttavia, una nuova ricerca solleva dubbi sulla credibilità di queste affermazioni. Essa infatti dimostra che la definizione di “verde” potrebbe non corrispondere a prodotti meno tossici o più sicuri.

I prodotti domestici “verdi” godono di una popolarità sempre crescente, con un mercato globale stimato a 278,52 miliardi di dollari nel 2022. Tuttavia, i ricercatori del Virginia Polytechnic Institute and State University e del Citadel, Military College of South Carolina hanno condotto uno studio al riguardo. Ed esso ha sollevato allarmanti preoccupazioni su questi prodotti.

Prodotti ecologici: ecco cosa dice lo studio

La ricerca ha coinvolto sei categorie di prodotti comuni: detersivo per bucato, detersivo per piatti, collutorio, insetticida, gel per lavastoviglie e detergenti multiuso. I ricercatori hanno selezionato un prodotto “verde” e due prodotti convenzionali da ciascuna categoria. I ricercatori hanno valutato la tossicità di questi prodotti esponendo gamberetti e dafnidi a soluzioni di prodotti “verdi” e convenzionali prima e dopo la degradazione.

i detersivi ecologici spesso sono inquinanti
Lo studio mostra che anche i detersivi ecologici possono essere tossici – Biopianeta.it

I risultati? Rispetto ai prodotti convenzionali, alcuni prodotti “verdi” erano meno tossici, altri simili, mentre alcuni erano addirittura più tossici. Un esempio sorprendente è emerso dal detersivo per bucato “verde”, le cui soluzioni degradate sono risultate più tossiche rispetto a entrambi i prodotti convenzionali degradati. Inoltre, nessun prodotto “verde” è diventato meno tossico dopo la biodegradazione. Mentre ben quattro categorie di prodotti convenzionali hanno mostrato una diminuzione della tossicità.

È anche vero che alcuni sostenitori dei prodotti “verdi” potrebbero sottolineare che il confronto tra prodotti convenzionali e “verdi” non è sempre diretto. Oppure che la loro efficacia nella riduzione dell’impatto ambientale può differire. Ma la domanda chiave resta: sono davvero migliori per l’ambiente? Anche se non vengono ingeriti direttamente dagli esseri umani, questi prodotti possono entrare nell’ambiente acquatico. Possono quindi causare danni agli organismi acquatici. I composti presenti in questi prodotti possono causare mortalità, riduzione della riproduzione, crescita ritardata e deformità fisiche. Quindi, anche se non vengono ingeriti, i prodotti per la pulizia possono avere un impatto significativo sull’ecosistema acquatico.

La soluzione a questo problema potrebbe essere quella di scegliere detergenti naturali al posto dei cosiddetti detergenti ecologici ma pur sempre chimici. Scegliere ad esempio l’aceto, il limone, il bicarbonato di sodio potrebbe essere un’ottima alternativa. Voi che cosa sceglierete?

Back to top button
Privacy