Curiosità

Stella di Natale, è la pianta più in voga di questo periodo: come farla rifiorire ogni anno

Da noi la Stella di Natale si regala in inverno ma in realtà la pianta è tropicale, ecco perché dobbiamo curarla al meglio per farla durare.


La Stella di Natale è molto apprezzata perché le foglie diventano di un colore rosso intenso, e il mix con le altre foglie verdi e i pistilli gialli la rendono perfetta per l’atmosfera natalizia. Negli anni, i vivaisti hanno creato varietà che producono foglie rosse, rosa e anche bianche, in varie sfumature.

Spesso la Stella di Natale perde le foglie e comincia a ingiallire non appena sono finite le feste, ma in realtà non va buttata via, anzi, possiamo prendercene cura e farla durare anche molti anni. Questo tipo di pianta è un po’ delicata, ma con le giuste accortezze potremmo addirittura far tornare le foglie colorate.

Stella di Natale, ecco i consigli degli esperti per farla durare a lungo

Se durante tutto l’anno adottiamo alcuni semplici accorgimenti è molto probabile che la nostra Stella di Natale duri molto tempo, anche diversi anni.

come far rifiorire la stella di natale
Anche se la Stella di Natale rimane verde sarà una splendida pianta decorativa – Biopianeta.it

Innanzitutto, una volta che l’abbiamo acquistata o ci è stata regalata, quindi presumibilmente tra novembre e dicembre, dobbiamo sistemarla in un punto della casa dove c’è molta luce. Però deve essere lontana dai termosifoni e dalle finestre, perché la Stella di Natale non ama gli spifferi di aria fredda.

Quando le prime foglie verdi, in genere dal basso, cominciano a cadere non bisogna preoccuparsi, Le innaffiature vanno continuate almeno fino a marzo, anche se le foglie continueranno a diradarsi sempre di più. Ad un erto punto la pianta le avrà perse quasi tutte e allora dobbiamo effettuare una prima cura:  bisogna tagliare tutti i rami che sono rimasti nudi ad un’altezza di circa 12-15 centimetri dalla base.

  • Durante questa operazione è consigliabile usare dei guanti, perché notoriamente il lattice bianco della pianta può essere irritante per la pelle.

Non appena termina il freddo e inizia la bella stagione, dobbiamo travasare la Stella di Natale in un vaso più grande, possibilmente di terracotta. Non serve un terriccio particolare, basterà quello universale. La pianta a questo punto va sistemata all’esterno, a mezz’ombra.

Le annaffiature andranno regolate in base al clima e poi bisogna fertilizzarla un paio di volte al mese, con un prodotto per piante verdi. In breve tempo, dai rami nudi spunteranno tante gemme che poi diventeranno foglie verdi, grandi e rigogliose.

Terminata l’estate, si riporta la Stella di natale all’interno, e se siamo stati bravi (e anche un po’ fortunati) potremo vedere di nuovo le foglie tingersi di rosso o di rosa.

Back to top button
Privacy