Curiosità

Scoperta sconvolgente: in confronto a questo animale marino lo Squalo Bianco era un cucciolotto

Recentemente, alcuni ricercatori hanno compiuto una scoperta straordinaria: c’è un animale che farebbe apparire lo squalo bianco un cucciolo.


Negli ultimi 3,5 miliardi di anni la Terra ha ospitato tantissimi esseri viventi, come ad esempio i batteri, gli animali marini, gli animali terrestri, i volatili e anche gli esseri umani. Tutti questi esseri viventi, nel corso dei milioni di anni, hanno percorso strade differenti: alcuni si sono estinti, altri invece si sono evoluti. Qual è allora l’animale marino più grande mai esistito sul pianeta? Secondo gli esperti, la balenottera azzurra continua ad essere il gigante dei mari, grazie ai suoi 30 metri di lunghezza e al suo peso che tocca le 200 tonnellate.

Tuttavia, di recente è stato scoperto il Perucetus: un animale marino vissuto circa 40 milioni di anni fa. Questo antichissimo essere vivente pesava addirittura 340 tonnellate, mentre la sua lunghezza arrivava a 20 metri. Oggi, gli studiosi hanno scoperto un altro gigante dei mari con delle caratteristiche inusuali.

Il nuovo gigante dei mari

Gli scienziati hanno compiuto una scoperta eccezionale nel campo della paleontologia marina: sono riusciti ad identificare una nuova specie di mosasauro. Per la precisione, si tratta di una lucertola marina che regnava negli oceani del tardo Cretaceo.

il nuovo gigante dei mari
Animale marino del Cretaceo – biopianeta.it

Questo gigante dei mari antichissimo, che possedeva un corpo lungo 7 metri, è stato chiamato Jormungandr walhallaensis. Inoltre, il luogo in cui sono riemersi i suoi resti è il Nord Dakota degli Stati Uniti. Tuttavia, i ricercatori non sono attratti dalle sue enormi dimensioni, bensì dalla storia evolutiva della specie mosasauro. Quest’ultima era una famiglia di lucertole marine carnivore, che ha sorpreso migliaia di studiosi e di appassionati nel corso degli ultimi due secoli.

Non a caso la parola “mosasauro” è stata coniata nel 1764, mentre la parola “dinosauro” è comparsa per la prima volta nel 1842. Pertanto, quando gli scienziato hanno cominciato a studiare queste antichissime lucertole marine, nessuno conosceva la parola “dinosauro”. Ad ogni modo, oggi gli esperti vogliono conoscere tutte le fasi evolutive della specie mosasauro: come è riuscita ad adattarsi nell’ambiente acquatico, quando sono comparse le prime pinne ecc. In più, la domanda che affascina maggiormente i ricercatori è la seguente: questa antichissima specie è geneticamente più vicina ai serpenti o alle lucertole?

La ricercatrice principale dello studio Amelia Zietlow dell’American Museum of Natural History, ha affermato che i resti fossili rinvenuti descrivono un animale molto simile ad un drago con le pinne. Le analisi scientifiche, invece, hanno rivelato che il Jormungandr somigliava ad altre due varianti della specie mosasauro: la Clidastes e la Mosasaurus. Pertanto, è possibile dire con certezza che questa lucertola marina, che viveva circa 80 milioni di anni fa, era lunga 7 metri e aveva una coda simile a quella degli squali.

Back to top button
Privacy