Curiosità

Sai che i gatti hanno un terzo occhio? Questo spiega alcuni loro comportamenti

I gatti hanno un comportamento strano? Forse perché hanno un terzo occhio. Ecco la scoperta che in pochi sanno


Solo recentemente la scienza ha dato questa spiegazione che ha destato molta incredulità tra la popolazione. Diversa la reazione di chi è il padrone di un gatto: essi, infatti, sanno perfettamente quando siano intelligente questi felini. Da sempre associati alle streghe, soprattutto quelli neri, sarebbero quindi anche alcuni dei migliori alleati della nostra salute.

Chi oggi giorno per superstizione allontana un gatto nero dovrà dunque ricredersi. È vero che con il loro colore scuro come un tempo possono non essere visti mentre attraversano la strada e quindi, purtroppo, essere vittime di incidenti o causarne involontariamente qualcuno. Ma sono anche degli ottimi alleati della salute umana. A dirlo sono proprio le ultime ricerche scientifiche. Animale per molti da sempre considerato “magico” potrebbe dunque esservi un fondo di verità sulle sue potenziali capacità.

Il terzo occhio, infatti, è considerato come l’occho interiore. Tipico elemento esoterico, si pensa che sia quell’organo con il quale si possono percepire realtà invisibili che le persone dotate di normali sensi non posso vedere. Sarebbero soltanto alcune persone considerate privilegiate ad avere questo organo.  Presente anche in molte religioni, per esempio in quella buddista e induista il terso occhio corrisponde a ciò che viene chiamato sesto chakra. Anche in questo caso, questo è ciò che serve per comprendere la realtà vibratoria sovrasensibile. I fedeli devono imparare a usarlo, e ci possono riuscire anche con appositi percorsi spirituali.

Gatti? Animali delle streghe: ecco perché

Si crede che sia proprio perché abbiano “il terzo occhio” che si pensa che i gatti siano in grado di percepire le energie che ci circondano e che noi esseri umani non riusciamo a vedere. Tantissimi proprietari sanno che un gatto ha sempre una sensibilità particolare per l’ambiente circostante. Fedeli alleati della nostra salute, essi sono quindi in grado di segnalare se vicino a noi ci sono energie che possono nuocerci. Questa è una scoperta che è destinata a rivoluzionare il modo di vedere il mondo animale.

I gatti hanno il terzo occhio
I gatti hanno il terzo occhio: ecco perché fanno così – Biopianeta.it

Avere in casa un gatto, significa quindi possedere un animale in grado di aiutare il suo proprietario a stare sempre bene in salute. La ragione di questo è da ricercare appunto  nel fatto che i gatti hanno una struttura unica chiamata ghiandola pineale che è collocata nelle profondità del loro cervello.

Spesso associata al terzo occhio, questa sarebbe una ghiandola di fondamentale importanza. Il motivo è molto semplice. Essa, infatti, è associata alla produzione di melatonina: ovvero, di uno di quegli ormoni che regola i cicli sonno-veglia che è fondamentale per avere un ritmo circadiano sano nel gatto.

Francesca Bedini

Redattrice da 20 anni, mi occupo di articoli di cronaca, lifestyle, medicina occidentale e orientale, sport, gossip, cinema e tv, cucina e alimentazione, natura e tanto altro ancora. La mia passione è il cibo e la sana alimentazione. Adoro la cucina italiana: il mio piatto preferito sono gli spaghetti al pomodoro.
Back to top button
Privacy