Curiosità

Questi famosi ed amatissimi cioccolatini italiani potrebbero scomparire del tutto: tutta colpa della Lindt

A rischio estinzione questi amatissimi cioccolatini italiani. La colpa sarebbe della Lindt. Ma che cosa sta dunque succedendo?


Fedeli consumatori di questo prodotto sono sul piede di guerra. Come è possibile che possa accadere una simile tragedia? A rischio di totale eliminazione dal mercato questa prelibatezza tipica nostrana che tutto il mondo ci invidia. Accadrà veramente? Oppure si riuscirà a fermare questa incredibile ingiustizia prima che sia troppo tardi?

Una ricetta questa davvero speciale: il primo di questi prodotti, infatti, è stato creato nel lontano 1865. Da allora la produzione non si è più fermata e ha raccolto un successo dietro l’altro. Apprezzati in tutto il mondo, si tratta di gustosità imperdibili che hanno portato l’italianità nel mondo. Privi di lattosio e farina, tutti li possono mangiare: anche chi è affetto da celiachia o è intollerante al lattosio.

Il loro esordio è stato fatto durante un Carnevale quando Gianduia (che è una delle maschere tipiche piemontesi) iniziò a distribuire questi favolosi cioccolatini a tutte le persone in festa. Da questo momento tali unici e inimitabili prodotti sono stati chiamati Gianduiotti. Con la loro caratteristica forma, sono conosciuti e amatissimi in tutto il mondo. Il fatturato dell’azienda che li commercialista è più che buono e mai nessuno di sarebbe soltanto immaginato una simile catastrofe. Che cosa sta, dunque, accadendo? Cerchiamo di capire meglio.

La lotta per l’IGP e il rischio estinzione

Sarebbe stata proprio l’azienda Lindt a bloccare l’iter incominciato nel 2017 per il riconoscimento IGP da attribuire a questi famosi cioccolatini torinesi. La causa? Tale azienda svizzera vuole introdurre nella ricetta dei gianduiotti il latte. Ma questo ingrediente non è mai stato presente nella preparazione di questi fantastici dolcetti. Introdurre al loro interno significa tagliare fuori dal mercato dei possibili fruitori un’ampia fetta della popolazione: ovvero, quelli che fino ad adesso li hanno mangiati ma che essendo affetti da un intolleranza al lattosio non potranno più consumarli.

Gianduiotto rischio estinzione. Bloccato riconoscimento IGP
Questi famosi ed amatissimi cioccolatini italiani potrebbero scomparire del tutto: tutta colpa della Lindt – Biopianeta.it

Un’azione questa che va contro i principi dell’azienda che produce questi favolosi cioccolatini perché significherebbe stravolgere la ricetta di queste piccole prelibatezze. E inoltre, questo cambio comporterebbe anche che molti bambini non potrebbero più gustare questi favolosi cioccolatini. A denunciare l’accaduto è stato il segretario del comitato del Gianduiotto di Torino IGP, tale Antonio Borra. Questo increscioso evento è stato affrontato durante il convegno “Il cioccolato delle meraviglie: salute, benessere, felicità” organizzato all’interno della kermesse Cioccolatò.

Alla manifestazione era presente anche il Presidente del Comitato nazionale per la Sicurezza Alimentare Giorgio Calabrese che si è impegnato a portare questa questione in sede ministeriale. Per il comitato del Gianduiotto di Torino IGP e per tutti i fedeli consumatori questo cioccolatino non può cambiare. Esso deve essere sempre preparato alla stessa maniera, ovvero usando solo 3 ingredienti: massa di cacao, nocciola e zucchero. Chi vincerà? Solo il tempo potrà dircelo ma la battaglia si preannuncia intensa e ricca di colpi di scena.

Francesca Bedini

Redattrice da 20 anni, mi occupo di articoli di cronaca, lifestyle, medicina occidentale e orientale, sport, gossip, cinema e tv, cucina e alimentazione, natura e tanto altro ancora. La mia passione è il cibo e la sana alimentazione. Adoro la cucina italiana: il mio piatto preferito sono gli spaghetti al pomodoro.
Back to top button
Privacy