Vivere green

Non dirmi che compri ancora gli incensi: fai così e con qualche spicciolo profumi tutta casa in modo naturale

In molti sicuramente apprezzano il profumo emanato dagli incensi, ma con un trucco geniale si possono realizzare in autonomia.


La varietà di bastoncini profumati con vari aromi è davvero ampia e in commercio se ne possono trovare a miriadi, ma forse non sempre è una buona idea: alcuni prodotti contengono, oltre alle profumazioni, sostanze potenzialmente dannose per la salute.

Parliamo di particolato, benzene, formaldeide e acetaldeide, che alla lunga possono causare problemi respiratori ma anche innescare malattie più gravi come alcuni tipi di tumore. Lo stesso discorso vale per alcune tipologie di candele profumate.

Ecco che riuscire a realizzare in autonomia dei profumatori naturali conviene due volte: in primis per la salute e poi anche per il portafogli. Una volta imparato il sistema, poi. sarà sempre più divertente creare dei mix nuovi, e con un po’ di creatività si possono realizzare anche idee regalo che saranno certamente gradite.

La ricetta semplice per fare gli incensi a casa, bastano pochi ingredienti a costo quasi zero

Il risultato finale d quest’opera creativa non sarà identico agli incensi che siamo abituati ad acquistare, ma sarà altrettanto profumato e anche più salutare.

Si chiamano “smudge”, o “smudge stick”, e non sono altro che delle fascette di erbe aromatiche e profumate essiccate, legate da un semplice filo di spago naturale. Il funzionamento è come quello degli incensi, ovvero si accende, si soffia per smorzare la fiamma, e si lascia bruciare il tutto, fino a che non è terminato. Come gli incensi, anche gli smudge si poggiano su un recipiente resistente al calore, come ad esempio un oggetto in pietra.

come si fa uno smudge incenso casalingo
Si chiamano smudge gli incensi fatti in casa – Biopianeta.it

In origine lo smudge era realizzato con la salvia bianca, da sempre considerata un’erba “amica delle donne” e anche sacra. Diffondere l’aroma della salvia bruciata rappresenta ancora oggi un rituale di purificazione, e anche per attrarre saggezza, serenità, ispirazione, e per scacciare le energie negative.

Oggi possiamo creare i nostri smudge con altre erbe aromatiche, come la salvia, l’alloro, la lavanda, il cedro, la menta, la maggiorana, il rosmarino, il basilico e la rosa. Tutte erbe che magari abbiamo già in giardino e che comunque sono reperibili ovunque ed economiche. Possiamo semplicemente sperimentare a piacimento i mix che vogliamo, fino a trovare la combinazione che ci piace di più.

Creare uno smudge è davvero semplice: le erbe scelte devono avere steli lunghi almeno 15 centimetri e vanno raccolte possibilmente in estate, o comunque quando sono mature e il clima è secco e asciutto. Si creano poi dei piccoli mazzetti da legare con del semplice spago. L’operazione va fatta quando le erbe sono ancora fresche, così non si spezzano. Una volta che sono completamente essiccate possiamo usare i mazzetti: come accennato poco sopra, basterà accendere l’estremità e poi soffiare sulla fiamma per far bruciare le erbe in modo lento.

Possiamo irrorare le stanze con l’essenza sprigionata oppure lasciare lo smudge su un piattino, fino a che non è bruciato completamente.

Back to top button
Privacy