Salute e benessere

Miele, scopri se quello che hai in dispensa è sintetico: appare esattamente come quello naturale

Il miele che hai dispensa è sintetico? Ecco gli stratagemmi vincenti per avere una risposta sicura, e per di più a costo zero


Tutelare la propria salute è indispensabile sempre più al giorno d’oggi. Il miele è uno degli alimenti più importanti per la nostra alimentazione. Diventa perciò fondamentale capire se quello che stiamo mangiando ha origini naturali oppure no. All’apparenza, infatti, entrambi le tipologie di prodotto sembrano identiche ma le loro proprietà sono assai differenti.

Come fare allora per capire se il miele che abbiamo in dispensa è naturale? Oppure invece è di origine artificiale? Niente di più semplice. Il primo modo che ogni consumatore ha per cercare di difendersi da questo tipo di “frode” alimentare è sempre cercare di leggere con attenzione le etichette. Qui infatti per legge sono scritti gli ingredienti in esso contenuti.

Evitate di comprare quelli dove c’è scritto glucosio o sciroppo di fruttosio perché in molti casi sono additivi usati per diluire il miele.  Vi basterà usare uno di questi tre trucchetti talmente facili che anche i bambini possono realizzarli. Un tempo usato dai nostri nonni per vedere la qualità del miele, oggi assumono un’importanza ancora più rilevante. Anzi, sarebbe bene che li imparassero fin dalla tenera età in modo da tutelarsi fin da adesso. Vediamo nel dettaglio come dunque procedere.

Miele naturale? Gli escamotage casalinghi per scoprirlo

Avete comprato al supermercato del miele che vi hanno venduto per altissima qualità. E ora che siete giunti a casa mille dubbi vi assalgono. Per essere certi di aver fatto un buon acquisto non vi resta dunque che verificare la qualità di tale prodotto. Non occorre però che per far questo vi rechiate in un laboratorio di analisi e sosteniate delle spese. Vi basterà, infatti, solo conoscere qualche piccolo escamotage e poche nozioni basilari di chimica, e il risultato sarà subito ovvio.

Miele naturale come capirlo
Come capire se il miele che si ha in dispensa o naturale o no – Biopianeta.it

Ci sono soltanto due oggetti che sono sempre indispensabili: ovvero, un cucchiaino e un bicchiere. Sapere la qualità del miele che avete in dispensa non è mai stato così semplice. Da oggi, dunque, sapere se state addolcendo il caffè con del miele sintetico o naturale diventerà facilissimo. Impiegato in mille usi in cucina, è anche spesso usato per maschere di bellezza casalinghe per la pelle. Ecco perciò come fare:

  • La prima opzione consiste nel prendere un bicchiere, riempirlo d’acqua e gettarci un cucchiaino di miele. Se quest’ultimo va a fondo e rimane compatto significa che si tratta di miele puro. In caso contrario, è artificiale;
  • La seconda opzione è riempire un bicchiere d’acqua, colorarlo con qualche goccia di iodio e poi gettarci un cucchiaino di miele. Se quest’ultimo diventerà azzurro significa che è artificiale poiché contiene amido di mais.
  • Infine, il terzo metodo è quello di prendere un bicchiere d’acqua, aggiungere qualche goccia di aceto e poi gettarci un cucchiaino di miele. Se sulla superficie del liquido si forma della schiuma o delle bolle significa che è un miele artificiale che probabilmente contiene gesso.

 

Francesca Bedini

Redattrice da 20 anni, mi occupo di articoli di cronaca, lifestyle, medicina occidentale e orientale, sport, gossip, cinema e tv, cucina e alimentazione, natura e tanto altro ancora. La mia passione è il cibo e la sana alimentazione. Adoro la cucina italiana: il mio piatto preferito sono gli spaghetti al pomodoro.
Back to top button
Privacy