Salute e benessere

Mani screpolate, ecco cosa bisogna fare: non basta pensare solo alla crema

Come risolvere il problema delle mani secche e screpolate? Non è importante solo applicare una crema, c’è anche altro da fare.


Già all’arrivo dei primi freddi per molti sorge il fastidio della secchezza nella pelle delle mani e del formarsi di screpolature che possono diventare anche molto evidenti fino ad arrivare a delle proprie spaccature, piccoli taglietti anche sanguinanti.

Gli agenti agenti atmosferici sono i principali responsabili di questo problema, ma lo è anche la carenza di alcune vitamine come la A, la C e la B che è bene controllare ed eventualmente, in caso di carenza, reintegrare. Per risolvere questo inconveniente tanto fastidioso generalmente si ricorre all’applicazione di specifiche creme per le mani che svolgono un’azione riparatrice. 

Sicuramente, quando il problema è fortemente presente bisogna intervenire e stendere una buona crema. Deve avere un forte potere idratante ed emolliente, che possa ammorbidire e andare a ripristinare il sottile strato epidermico leso.

Ma non è l’unico rimedio che possiamo mettere in atto. Non solo: prima di arrivare a trovarsi con le mani secche e screpolate si può fare qualcosa per evitare che questo accada.

Cosa fare per non trovarsi con le mani secche e screpolate

Prevenire è fondamentale per non ritrovarsi a dover riparare un danno già fatto. Bisogna puntare quindi su alcune regole che riguardano la detersione. Per mantenere in buono stato il filtro lipidico che ricopre l’epidermide è importante lavare le mani con acqua tiepida e un detergente delicato.

Come risolvere il problema delle mani secche e screpolate
Prendersi cura delle mani anche attraverso un’adeguata detersione – biopianeta.it

L’ideale è un sapone per le mani che contiene sostanze idratanti, lenitive e antibatteriche così da limitare la proliferazione batterica in particolare quando la pelle è già irritata.

Vanno bene anche i detergenti a base di oli minerali o vegetali, che aggiungono lipidi e di conseguenza formano una barriera protettiva. Anche le creme, per essere riparatrici, ristrutturanti, rigenerative, devono contenere in prevalenza ceramidi e altri lipidi. 

Queste sostanze attive riescono a ripristinare e rinforzare la barriera cutanea proteggendola dalla disidratazione. Bisogna ricercare creme che siano a base di burro di Karitè, burro di mango, che hanno grandi proprietà emollienti.

Inoltre per ammorbidire la pelle si può usare anche l’urea, che è uno dei componenti del fattore naturale di idratazione. Quando è carente o quando è già presente la secchezza e le screpolature, riesce a ristabilire il livello di idratazione aumentando il livello dell’acqua presente nella pelle.

Inoltre sono molto importanti anche l’acido ialuronico e la vitamina E. Da soli, o anche meglio insieme, idratano e nutrono profondamente la pelle. Svolgono questa azione per tutto il corpo e quindi anche per la pelle delle mani, particolarmente sensibile ed esposta maggiormente ad elementi irritanti.

La cura delle mani quindi è fondamentale per risolvere il problema specifico della secchezza che si verifica con il freddo, e con pochi accorgimenti la pelle può mantenersi bella e in perfetta salute.

Back to top button
Privacy