Salute e benessere

La carne sintetica scatena polemiche: voi la dareste mai al vostro amico a quattro zampe?

La carne sintetica continua a generare polemiche in tutto il mondo, a causa delle sue caratteristiche. Ora, potrebbero darla persino ai cani. 


Uno dei prodotti alimentari più famosi del momento è senza dubbio la carne sintetica. Qual è allora l’origine di questo alimento? Innanzitutto, è una carne animale creata con le cellule staminali allevate in laboratorio. In altre parole, la carne sintetica viene generata dalle cellule prese dagli animali. Infatti, il fulcro delle continue polemiche è l’allevamento in laboratorio delle cellule. Pertanto, alcune persone affermano che questa tipologia di carne non può essere considerata naturale.

Tuttavia, gli esperti contestano queste affermazioni, poiché la carne è generata dalle cellule animali che sono naturali al 100%. Inoltre, il sogno di creare una carne in laboratorio, per liberare tutti gli animali dagli allevamenti, nasce addirittura nel 1931 grazie al Primo Ministro britannico Winston Churchill. Quest’ultimo sognava un mondo privo di animali sfruttati e rinchiusi in gabbia per generare cibo.

La carne sintetica per gli amici a quattro zampe

Recentemente, è stata approvata la vendita di carne sintetica per gli animali domestici. Pertanto, tutti gli amici a quattro zampe possono finalmente assaggiare la famosa carne coltivata in laboratorio. Per la precisione, si tratta della prima autorizzazione al mondo a consentire la vendita di carne sintetica per i cani e i gatti. In modo particolare, la prima azienda che usufruirà delle nuove regole è la start-up della Repubblica Ceca Bene Meat Technologies.

carne sintetica come funziona
Carne sintetica ai cani: come funziona – biopianeta.it

Quest’ultima è ora libera di preparare i migliori piatti per gli amici a quattro zampe, che assaggeranno una carne unica al mondo. Per quanto riguarda il processo di produzione del prodotto, il primo passo è prelevare le cellule staminali dagli animali vivi e depositarle in un bioreattore. Dopodiché, le cellule vengono coltivate su un tessuto muscolare per farle crescere e prosperare. Ovviamente, durante la crescita i ricercatori devono modellare la carne per conferirgli il suo tipico aspetto. Inoltre, questo processo riduce notevolmente le emissioni di CO2 nell’atmosfera terrestre e, soprattutto, elimina la sofferenza degli animali rinchiusi negli allevamenti.

E non solo: se la carne sintetica venisse estesa anche agli esseri umani, il settore genererebbe un business da 25 miliardi di dollari entro il 2030. Tuttavia, bisogna ricordare che produrre carne coltivata in laboratorio è estremamente costoso, ciononostante l’azienda Bene Meat ha affermato che i costi di produzione possono essere ridotti. Infatti, l’obiettivo principale degli imprenditori della Repubblica Ceca è rendere il prezzo della carne sintetica assolutamente competitivo.

Back to top button
Privacy