Salute e benessere

Il vero motivo per cui sei in sovrappeso non è quello che credi: nuova ricerca cambia tutto

Gli scienziati oggi avanzano una nuova teoria, che può sovvertire tutto quello che abbiamo fin qui pensato rispetto alle cause che ci portano a ingrassare


Ci affanniamo spesso a tentare di dimagrire, a condurre una vita il più possibile sana. Nonostante questo, non riusciamo comunque a dimagrire, e ci chiediamo e richiediamo il perché. Oggi una ricerca scientifica avanza un’ipotesi interessante su un elemento che potrebbe essere la causa. 

Come ben sappiamo, l’obesità incide profondamente sulla qualità della nostra vita. È, anzi, uno dei motivi principali di moltissime malattie, tra cui il diabete di tipo 2 (di cui è il principale fattore di rischio), ma anche malattie cardiache e cardiovascolari.

Da tempo, dunque, la scienza prova a scoprire quali possano essere le cause che portano le persone a ingrassare, talvolta in maniera assolutamente imprevedibile. Oggi gli scienziati statunitensi possono finalmente condividere i risultati di una recentissima ricerca, che prova a fornire una spiegazione su un tema che, da tempo, fa dibattere tutti.

Il vero motivo per cui siamo in sovrappeso: la ricerca che sorprende

Gli scienziati, dunque, oggi avanzano una nuova teoria che può sovvertire tutto quello che abbiamo fin qui pensato rispetto alle cause che ci portano a ingrassare, nonostante una dieta abbastanza salutista e uno stile di vita non così sbagliato.

Motivo sovrappeso
Il vero motivo per cui siamo in sovrappeso: il fruttosio – (biopianeta.it)

Il fruttosio fin troppo comune – presente nello zucchero da tavola e nello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, ampiamente utilizzato negli alimenti di tutti i giorni come il ketchup – è stato a lungo considerato una delle ragioni principali per cui le persone ingrassano. Ora, gli scienziati dicono di essere vicini a capire esattamente cosa rende il dolcificante così sospetto per la nostra linea. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Obesity”. 

I ricercatori dell’Università del Colorado stanno avanzando una teoria secondo cui il fruttosio abbassa e blocca l’adenosina trifosfato del corpo, un composto che fornisce naturalmente energia alle cellule. Uno dei risultati di tale riduzione è un rallentamento del metabolismo, necessario per bruciare energia dal cibo consumato. Sappiamo dunque, a prescindere dalle nostre abitudini alimentari, quanto sia importante conoscere quale sia il nostro metabolismo – che è la vera causa del modo in cui ingrassiamo.

Questo cambiamento, avviato essenzialmente dal fruttosio, può quindi portare ad un aumento di peso. Per dirla in maniera semplice, il fruttosio sarebbe ciò che fa sì che il nostro metabolismo entri in modalità di basso consumo.

Back to top button
Privacy