Curiosità

Il brillantante serve davvero oppure no? Quasi tutti sbagliano risposta ed è un problema

Da sempre, si discute sull’azione e sull’efficacia del brillantante. Va usato nella nostra lavastoviglie? La risposta definitiva


Sebbene sia uno degli elettrodomestici più presenti e più usati nelle nostre case, l’utilizzo della lavastoviglie lascia ancora tanti, tantissimi dubbi. E sono sempre discordanti i pareri sull’utilizzo da fare. Un pomo della discordia è, storicamente, l’uso del brillantante. Serve oppure no?

Bisogna saperla usare, la lavastoviglie. Garantire che i piatti escano dalla lavastoviglie senza macchie e senza aloni richiede molto più che un semplice caricamento corretto. In tal senso, secondo molti, un aiuto fondamentale è dato dal brillantante. Lo usate?

Non inganni il nome: il brillantante è in realtà un agente essiccante. E migliora il funzionamento della lavastoviglie potenziando la funzione di asciugatura dell’apparecchio, lasciando i piatti più asciutti e con meno macchie d’acqua.

Il brillantante è un prodotto liquido autonomo che agisce separatamente dal detersivo per lavastoviglie. Sebbene molte confezioni di detersivo contengano una piccola quantità di brillantante, è comunque opportuno utilizzare un normale brillantante per favorire una migliore asciugatura.

Come funziona il brillantante e come usarlo

Il brillantante è un tensioattivo: agisce abbassando la tensione superficiale dell’acqua, permettendole di scivolare via dai piatti e favorendo lo scarico in lavastoviglie. Il brillantante viene erogato durante il ciclo di risciacquo finale. Favorisce una migliore asciugatura aiutando l’acqua a defluire dalle stoviglie e dall’interno della lavastoviglie, lasciando le stoviglie più asciutte e riducendo macchie d’acqua, aloni e residui. Infine, aiuta anche l’opzione di asciugatura a caldo a funzionare meglio.

come usare brillantante
Come usare correttamente il brillantante (biopianeta.it)

Per utilizzarlo, non bisogna fare altro che riempire al massimo la vaschetta del brillantante, che solitamente si trova sopra o accanto a quella del detersivo, e chiuderla. La lavastoviglie erogherà automaticamente il brillantante durante il ciclo di risciacquo finale. Alcuni modelli di lavastoviglie non dispongono di un distributore di brillantante, nel qual caso è possibile acquistare un cestello per il brillantante separato che pende dal cestello superiore della lavastoviglie.

Sebbene molte formule di confezioni di detersivo includano una piccola quantità di brillantante, si consiglia comunque di utilizzare un brillantante liquido, nel dispenser o in un cestello del brillantante autonomo, per favorire una migliore asciugatura.

Senza l’utilizzo del brillantante è possibile che sui nostri piatti e sulle nostre stoviglie restino strisce, residui di varia natura, depositi di calcare. In determinate aree, l’uso di un brillantante è fondamentale per prevenire l’accumulo di depositi minerali sulla lavastoviglie.

Back to top button
Privacy