Curiosità

Crociera da incubo, onde enormi: “Pensavamo di morire”, il racconto choc dei passeggeri

Il racconto di alcuni passeggeri della nave da crociera finita in balia delle onde è scioccante. La preoccupazione più grande era quella di morire


Il mare può essere il peggior nemico dell’uomo, quando da un momento all’altro il vento inizia a soffiare a grande intensità e crea dei vortici e dei turbini. In tal caso, inizia un moto nell’acqua molto potente e in grado di dar vita a delle onde anche molto alte. Quando ci sono delle imbarcazioni in navigazione, quindi, non è facile prevenire questo tipo di attività meteorologica e anche se i più sofisticati strumenti tecnologici riuscissero a farlo, vi sarebbero sempre delle minime probabilità che possano sbagliare.

Situazioni del genere sono ancor più preoccupanti quando a viaggiare c’è una nave da crociera con una capienza di persone molto alta. In tal modo, queste ultime potrebbero rischiare la vita per dei movimenti dell’imbarcazione molto violenti e capaci di poter anche creare il peggio. Quello che è successo alla Spirit of Discovery, colpita da parte di una violenta tempesta, è di queste situazioni da brivido, dato che diversi passeggeri si sono allarmati parecchio per ciò che è avvenuto.

Alcuni di essi sono stati anche intervistati e hanno dichiarato di aver avuto una forte paura di morire. La nave si trovava ad attraversare il Golfo di Biscaglia, situato fra la Francia e la Spagna, quando delle onde molto forti e alte hanno creato diversi disagi a bordo. Molti oggetti e diverse persone sono stati scaraventati a terra e alcune di esse si sono anche ferite in maniera a dir poco preoccupante.

Le allarmanti testimonianze

Quando ci si imbarca per poter effettuare dei viaggi del genere, è impossibile pensare che possa succedere qualcosa di così terribile. Una volta che la nave inizia ad avere delle movenze preoccupanti, il pensiero non può che andare al Titanic e alla sua brutta fine in alto mare, ma per fortuna non si ha sempre un epilogo così disastroso.

Croceristi preoccupati per le onde
Cabina della nave da crociera (Twitter – @Editorialz) – Biopianeta.it

Basta poco per creare un disastro a bordo e l’intervento degli operatori che si trovano nella nave è determinante per evitare il peggio. La paura a bordo della Spirit of Discovery è stata tanta, visto che le onde che l’hanno colta di sorpresa sono state alte fino a 9 metri e arrivavano a colpire anche le finestre delle cabine esterne.

Al che, il comandante ha deciso di non proseguire il viaggio e di fare ritorno nel porto di provenienza nel Regno Unito, così da evitare un’altra tempesta imminente. Richard Reynolds, di 60 anni, è un crocerista a bordo che ha affermato di aver vissuto una delle peggiori esperienze della sua vita. Sua madre, di 84 anni, è rimasta ferita nel momento in cui la nave si è inclinata, mentre lui e tanti altri sono dovuti rimanere all’interno delle cabine per evitare il peggio. In tanti avevano anche mandato messaggi d’addio ai familiari, una cosa veramente drammatica.

Michelangelo Loriga

Michelangelo Loriga, esperto di Storia, politica (italiana e internazionale) e letteratura; appassionato di arte, sport e motori. Laureato in Scienze storiche del territorio e per la cooperazione internazionale all’Università di Roma Tre. Interessato allo sport, specie al calcio in cui ho giocato per 20 anni, in tutte le sue forme e in ogni tipo di contesto.
Back to top button
Privacy