Salute e benessere

Cortisone, ecco perché bisogna scalare la terapia e non bloccarla all’improvviso: parla l’esperto

La terapia a base di cortisone è molto utilizzata, soprattutto per bambini, asmatici o altre problematiche di salute. Ma perché va scalato? Risponde l’esperto attraverso i social per fare chiarezza


Chi non ha mai sentito parlare del Bentelan? Un alleato fondamentale per tutti coloro che hanno problemi respiratori sia per gli adulti che per i bambini. Importantissimo anche per le persone che soffrono di asma. Un aspetto che spesso va trascurato è il motivo per cui è necessario fare lo “scalamento” della terapia cortisonica. Questo dilemma è spiegato dall’esperto farmacistaconsigliatv, noto per i suoi consigli informativi su TikTok.

Solitamente, questo tipo di approccio è esclusivo per i farmaci che hanno il cortisone. Mentre per altri tipi di medicinali come per esempio, la tachipirina oppure sciroppi, questo approccio allo scalamento non è necessario ed il motivo è dovuto proprio alla natura del cortisone che è una molecola molto particolare. Il cortisone, è un ormone prodotto naturalmente dai surreni, svolge un ruolo fondamentale nel nostro sistema ormonale. Conosciuto proprio come l’ormone dello stress, va ad aumentare se siamo in stati di agitazione o ansia. Quindi cosa succede se interrompiamo bruscamente la terapia?

Cortisone, perché scalarlo durante la terapia? Ecco perché

Se il proprio medico di base decide di farvi seguire una terapia cortisonica, per lungo tempo è fondamentale scalare nel tempo. Questa operazione, raccomandata dall‘esperto farmacistaconsigliatv, è essenziale per consentire all’organismo di riprendere la produzione autonoma del cortisone in modo graduale e senza traumi.

cortisone il motivo per cui va scalato
Cortisone, il motivo per cui è fondamentale scalarlo durante una terapia a lungo termine (Biopianeta.it)

Il motivo principale dietro questa strategia risiede nella necessità di evitare potenziali effetti collaterali. La brusca cessazione potrebbe causare degli effetti indesiderati sull’organismo. Ma principalmente lo “scalamento” della terapia dà al corpo il tempo necessario per adattarsi. Essendo un ormone già prodotto dal corpo, col passare del tempo assumendolo per via esterna la produzione propria va ad abbassarsi di molto. Questo approccio mirato è particolarmente cruciale nelle terapie a lungo termine, dove la gestione del cortisone è fondamentale per evitare conseguenze indesiderate.

Pertanto, l’esperto di salute e benessere, il farmacistaconsigliatv di Tik Tok ha finalmente spiegato il dilemma. Scalare gradualmente è fondamentale per dare il tempo al corpo di riprendere la produzione propria dell’ormone e per evitare qualsiasi effetto avverso. Che potrebbe eventualmente presentarsi se la terapia dovesse cessare all’improvviso. Consultare sempre il medico di base per conoscere la posologia e i tempi.

Back to top button
Privacy