Curiosità

Come conservare l’aglio a lungo: con questo trucco ti dura tantissimo

Non riesci a conservare l’aglio a lungo? Usa questo semplice trucco e vedrai che non ti capiterà più di rimanere senza!


La cuoca più amata dagli amanti della cucina semplice italiana, ci dispensa sempre consigli utili per tutto quello che riguarda la cucina. Benedetta Rossi è tanto acclamata dal suo pubblico proprio per questo: la capacità di parlare di cose semplici, quelle che viviamo normalmente in cucina, dalle ricette con gli avanzi della cena ai trucchi su come conservare gli alimenti in modo che non si sprechi nulla. Niente piatti elaborati e ingredienti di cui non abbiamo mai sentito parlare!

Anche in questo caso ci spiega i suoi trucchi, facilissimi da realizzare, per conservare un alimento che tutti abbiamo in casa e che usiamo molto spesso nella preparazione delle nostre pietanze: l’aglio. Questo ingrediente, che utilizziamo spessissimo in cucina, dal semplice soffritto al pesto, alla cottura insieme alle verdure è sempre motivo di cruccio perché capita che si rovini per una errata conservazione. Benedetta Rossi ci insegna i trucchi per farlo durare a lungo.

Ecco come comportarsi  per far durare l’aglio ed evitare quindi di sprecarlo.

Per fare in modo che l’aglio fresco si conservi a  lungo non devono esserci germogli, quindi bisogna tenerlo in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce e dal calore e con la giusta temperatura ed umidità. Innanzitutto dobbiamo saper riconoscere se è fresco: i bulbi devono essere sodi e la buccia deve essere secca. Se lo abbiamo preso dall’orto bisogna lavarlo accuratamente, farne una treccia e riporlo in luogo buio e privo di umidità per dieci giorni.

Ecco il modo per conservare l'aglio correttamente
Ecco quello che devi sapere per conservare l’aglio senza sprechi-biopianeta.it

Quello del supermercato deve essere sodo e senza germogli, la buccia secca che si sfoglia facilmente. Per conservarlo bisogna metterlo in un luogo che abbia una temperatura di 10°: se abbiamo la cantina è perfetto altrimenti va bene anche la dispensa o il balcone. Meglio metterlo in un sacchetto di stoffa che ne assorba l’umidità in eccesso. Possiamo conservare anche i singoli spicchi, l’importante è metterli in un sacchetto di stoffa o in un barattolo di ceramica; essenziale che vi sia la buccia.

Cerchiamo di non metterlo mai in frigo a meno che non ci trovassimo degli spicchi a cui abbiamo già tolta la buccia; in questo caso possiamo porlo in un barattolo di vetro in frigo ma consumarlo in pochi giorni. L’aglio si può anche congelare: bisogna dividere gli spicchi, lasciare la buccia e conservali in un sacchetto per alimenti. Se adottiamo questi metodi l’aglio durerà a lungo e non ci capiterà di rimanere senza proprio mentre stiamo preparando il pesto!

Back to top button
Privacy