Salute e benessere

Colazione dolce o salata? Lo specialista ti svela quella più adatta a te: la risposta potrebbe lasciarti senza parole

Come è meglio fare la colazione, dolce o salata? Ecco qual è l’opzione migliore per le proprie esigenze secondo l’esperto.


Il tipo di colazione, si sa, varia da Paese a Paese. Anche all’interno della stessa Italia ci sono abitudini diverse. Generalmente da noi la colazione è dolce e fugace, si fa rapidamente e non costituisce un pasto abbondante.

Il classico caffè con la brioche è un’usanza tipicamente italiana che resiste imperterrita ed è ampiamente diffusa da Nord a Sud. Che sia fatta a casa o al bar è la tipica colazione mordi e fuggi, fatta in tutta fretta tra i mille impegni di inizio giornata.

C’è però anche chi si concede una colazione più tranquilla e si prende un po’ più di tempo e sceglie di mangiare latte e biscotti o un buon tè e le classiche fette biscottate con la marmellata. 

Rimanendo sempre sulla colazione dolce un’opzione molto diffusa è anche il porridge, con granola di frutta secca o arricchito da frutta fresca, è nutriente e saziante. C’è la variante della tazza di latte con cornflakes o muesli. Dolcificata poco o molto rientra sempre nell’ambito della colazione dolce che dà energia e fa cominciare la giornata con un sapore dolce.

Dolce o salata? Come dev’essere la colazione per essere salutare

Spostandoci fuori dall’Italia troviamo che la modalità dolce rimane in alcuni casi, come per i tipici pancakes americani che spopolano tanto anche da noi. Ma le abitudini europee ed extraeuropee prevedono anche o in alternativa una prevalenza di colazione salata. 

colazione salutare
La colazione salata dona una maggior sensazione di sazietà – biopianeta.it

Può essere un vero e proprio pasto abbondante con salumi, formaggi, carne e pesce fritto o le tipiche uova strapazzate con il bacon. Un pasto che sicuramente fa arrivare sazi fino almeno a metà pomeriggio, oppure anche se più scarna e semplice opta per il gusto salato ed evita gli zuccheri.

È il caso anche della colazione semplicemente con un toast al formaggio e prosciutto, da accostare magari ad un succo di frutta. Per capire quale è la scelta migliore il dottor Alfredo Borrelli, nutrizionista, nel suo profilo Instagram parla della questione.

Ci sono dei buoni motivi per prediligere l’opzione salata per la colazione. Secondo lo specialista, la colazione salata apporta un contenuto maggiore di proteine e di fibre rispetto a quella dolce e questo ha un risvolto benefico importante.

Infatti produce un maggior controllo dei livelli di glicemia nel corso della giornata. Di conseguenza si avverte una minor sensazione di fame e quindi si è indotti a mangiare meno. Si evitano così spuntino e spezza-fame che a volte possono essere anche poco salutari.

Introdurre nelle proprie abitudini una colazione salata può essere anche utile per sperimentare nuove ricette e quindi nuovi sapori, spezzare la monotonia di un uso costante che si protrae nel tempo. Si può scegliere quindi di alternare e variare in base ai periodi e alle fasi della vita per capire poi quale è davvero la propria opzione preferita.

Back to top button
Privacy