Curiosità

Adottato da pochi giorni, il cane torna al rifugio: il motivo commovente

È davvero tanto toccante  la storia di un cane appena adottato ritornato dove era stato lasciato: il racconto ha fatto il giro del web.


Gli animali abbandonati e che si trovano nei canili per i più svariati motivi sono sempre troppi. Ognuno di loro avrebbe bisogno di una casa, di ricevere e di dare quell’affetto che i cani sanno dare in abbondanza.

Il fenomeno dell’abbandono è triste e doloroso, frutto di una mentalità gretta ed egostica, chiusa e insensibile, che giustamente va perseguito e condannato con pene esemplari. Ma in canile finiscono anche cani che hanno perso i loro proprietari e di cui nessuno può prendersi cura.

Ha commosso molto il web la storia di Scrabble, un cagnolino del Tennessee, raccontata dal Newsweek. Di soli 7 mesi, era stato trovato in stato di abbandono insieme al fratellino Checkers e salvato da morte certa. 

Portato nel rifugio della Guest House di Shultz le immagini dei suoi occhioni teneri avevano colpito l’attenzione di molti perché i gestori del rifugio le avevano pubblicate sul profilo Tik Tok del canile.

Non ha dovuto attendere molto e poi Scrabble è stato adottato. Sembrava un lieto fine arrivato anche abbastanza presto, ma poi, si è verificato quello che purtroppo succede anche troppo spesso.

Una nuova casa per Scrabble: alla fine l’amore ha trionfato

Non erano passate neanche 72 ore, cioè meno di tre giorni dal momento in cui Scrabble era stato adottato con la prospettiva di avere così una casa e delle persone che potessero prendersi cura di lui e farlo crescere felice, che il cucciolo è stato resituito al rifugio. 

storia di Scrabble cagnolino abbandonato
Scrabble, il cane abbandonato e poi adottato – Screen Tik Tok@shultzguesthouse – biopianeta.it

Anche questo è un fenomeno che accade molto frequentemente, come gli esperti del mondo animale e i gestori di canili riscontano nella loro esperienza. Capita perché si decide di adottare un cane con superficialità, senza aver ponderato a fondo la decisione.

Può succedere che si sovrastimino le proprie possibilità e che si pensi al cane solo per quel che riguarda i suoi aspetti giocosi. Poi nella concretezza della situazione, la responsabilità e l’impegno di gestire un cagnolino, tanto più se si tratta di un cucciolo, che richiede più cura e attenzioni, spaventano. Ne deriva la scelta di lasciarlo dove lo si è preso, che seppur è sempre meglio dell’abbandono, è comunque una scelta triste.

Può essere vissuta come un fallimento personale o con insensibilità, ma quel che è certo è che il cane si ritrova nelle stesse condizioni di bisogno di prima. Per Scrabble però la vita ha riservato nuove sorprese positive.

Tornando al rifugio il povero cucciolo non ha trovato neanche il fratellino che nel frattempo era stato adottato. Questa volta ha dovuto aspettare per diverso tempo, ma poi finalmente ha trovato una nuova famiglia che lo ha voluto e che lo ama.

Si è trasferito nel North Attleboro con i suoi nuovi proprietari, Cindy e David, che lo hanno ribattezzzato come Timmy. Adesso corre nel giardino della sua nuova casa e viene trattato con tanto affetto come un membro della famiglia. 

Back to top button
Privacy