Salute e benessere

Un kiwi al giorno leva il medico di torno: ecco cosa succede se consumiamo regolarmente questo frutto

Una dieta equilibrata prevede 5 porzioni al giorno di frutta e verdura e per regolarizzare anche alcune funzioni corporee il kiwi deve farne assolutamente parte.


Secondo gli esperti in nutrizione, il kiwi è uno dei frutti più importanti per una corretta alimentazione quotidiana, grazie alle sue proprietà fondamentali che aiutano non solo a regolarizzare le funzioni corporali di base, ma aiutano anche a prevenire una serie di malattie grazie alle vitamine che contengono e grazie all’azione che hanno sul nostro corpo.

Il kiwi è un frutto originario della Nuova Zelanda ma è ormai regolarmente coltivato anche in Italia, ed è accertato che la sua presenza nella dieta quotidiana delle persone sia una grandissima fonte di vitamine e di sali minerali. In particolare, il kiwi è uno dei frutti che possiede la maggior concentrazione di Vitamina C, fondamentale per l’essere umano, oltre alla Vitamina E e alla Vitamina K.

Il giusto grado di maturazione del kiwi è fondamentale per il suo consumo

Secondo gli esperti, il giusto consumo di kiwi nella dieta quotidiana è fondamentale sia per l’apporto vitaminico che questo frutto dà al nostro corpo, sia per l’aiuto che fornisce a regolarizzare alcune funzioni corporee che a volte sono difficili da regolarizzare solamente con l’alimentazione. E’ importante dunque consumare la giusta quantità di kiwi ogni giorno e soprattutto nel giusto grado di maturazione.

Consumare 1-2 kiwi al giorno per stare bene
Il kiwi andrebbe consumato tutti i giorni per ottenere benefici – BioPianeta.it

Consumare la giusta quantità di kiwi significa mangiarne almeno 1 o 2 al giorno per ottenere un risultato di regolarizzazione del tratto intestinale. Ovviamente per poter apprezzare gli effetti di tale abitudine, bisogna aspettare almeno un mese in cui il consumo del kiwi nella dieta deve essere regolare.

Per quanto riguarda il grado di maturazione, il kiwi deve assolutamente non risultare acerbo, anzi deve essere al giusto grado di maturazione perché possa essere efficace sulla regolarizzazione intestinale. Per essere certi di trovare il momento giusto in cui mangiare il kiwi, eccolo svelato: l’ideale è consumarlo a colazione oppure, ancora meglio, a merenda. Tra i pasti principali, infatti, gli spuntini sono fondamentali e molto salutari, ed il kiwi rappresenta una delle migliori merende possibili.

Sicuramente il gusto dolce e la consistenza di questo frutto lo rendono molto appetibile sia da grandi che da piccoli. Tra i benefici apportati dal consumo del kiwi, c’è anche la funzione di prevenzione del tumore del colon: l’ammorbidimento delle feci e la conseguente facilitazione del transito nel tratto intestinale finale fa sì che si possa prevenire questo terribile nemico.

Back to top button
Privacy