Sustainability Life

Non gettare via le tazze vecchie: in poche mosse saranno perfette per le tue piante

Un oggetto immancabile, e trovabile in ogni posto in cui andiamo, è la classica tazza da colazione, vederne molte in vetrina è rassicurante.


È sempre presente in casa nostra, e non solo una, le tazze sono oggetti indispensabili per fare colazione o semplicemente per chi ama concedersi una bevanda calda come il tè. Le compriamo trovandole in giro oppure se scopriamo un modello nuovo subito è tra le nostre mani per usarlo il giorno dopo. Di sicuro c’è chi ne ha davvero molte e può anche dire di collezionarle, in alcuni casi non saranno mai troppe.

Molti negozi di casa ne vendono oppure con la raccolta punti di un negozio per fare la spesa, e tra i premi ci sono anche nuove e belle tazze, sarà possibile averla se ci interessa molto. Grazie poi al fai da te molte persone hanno trovato il modo per personalizzarle con ciò che ci piace di più, come stampe, vinili ed anche foto, così avremo qualcosa di unico e che non ha nessuno. Purtroppo però a causa di nostri incidenti, traslochi o altro può capitare che si spacchino, rompono o semplicemente si scheggiano, se poi è la nostra tazza preferita ci dispiace pure buttarla via, ma esistono diverse soluzioni per salvarle.

Come ridare una seconda vita alle tazze scheggiate?

Il classico modo in cui potremmo usare una tazza scheggiata può essere usarla come porta penne, di solito quando ci serve una biro o una matita per scrivere al volo un appunto non la troviamo mai, ma con questo metodo, e messa anche in un punto specifico della casa, le avremo sempre e le potremmo sia aggiungere che rimettere a posto. Sarà il nostro punto specifico per scrivere qualcosa velocemente e potremmo metterla in un angolo in cucina vicino ai foglietti per la lista della spesa, su un tavolo o su una piccola scrivania vicino al computer.

Tazza usata come vaso
Tazza vaso – biopianeta.it

Oppure un altro modo con cui potremmo usarla è metterci all’interno una piantina. Di solito sono abbastanza larghe per metterci più liquido possibile e se ci mettessimo un po’ di terra e qualche semino di fiori potremmo prenderci cura di qualcosa che crescerà, oppure spostare un fiore già spuntato dal vaso alla tazza, o ancora metterci dei fiori finti. Quest’ultima potrebbe essere una soluzione più semplice se ci dimenticassimo di dare acqua alla piantina, ma è bello vederla crescere davanti ai nostri occhi e almeno avremo anche salvato la nostra tazza preferita.

Back to top button
Privacy