Salute e benessere

No ragazzi, contare le calorie non è un buon metodo per dimagrire: oltre le ‘entrate e uscite’ c’è molto di più

Se stai cercando di dimagrire non devi assolutamente fissarti sulle calorie: non è il metodo corretto per ottenere risultati.


L’obiettivo di molte persone è quello di riuscire a dimagrire, ma spesso per farlo si iniziano a seguire dei percorsi scorretti e che possono portare a più problemi che soluzioni.

Una scelta sbagliata che molte persone commettono è quella di fissarsi sul conteggio delle calorie, volendo rimanere entro dei limiti prestabiliti e non considerando tutti gli altri fattori che in realtà concorrono alla forma fisica. Il rischio, oltre a non raggiungere risultati effettivamente concreti, è quello di iniziare a ossessionarsi e di poter sviluppare dei disturbi alimentari; per cui se il proprio obiettivo è quello di perdere peso, bisogna tenere in considerazione altri aspetti importanti che influiscono su un simile risultato.

Ecco perché non bisogna fissarsi con le calorie: ecco cosa considerare per dimagrire

Da un punto di vista dietetico e nutrizionale, le calorie sono l’energia che si trova all’interno di cibo e bevande, e che una volta assunte permettono all’organismo di poter soddisfare il fabbisogno energetico. Dopo aver capito qual è la quantità di calorie da dover consumare durante la giornata per poter soddisfare il proprio fabbisogno, in genere si tende a cercare di non superare tale numero per poter perdere peso, senza tenere in conto anche altri fattori.

non fissarsi col perdere calorie
Per dimagrire in modo salutare bisogna rivolgersi a un esperto – Biopianeta.it

Però, dimagrire contando le calorie non è un metodo esatto per avere sempre risultati effettivi, visto che il dimagrimento non è solo una questione di quante calorie bisogna far entrare e di quante devono uscire. Questo è dovuto per l’appunto al fatto che il fabbisogno calorico di una persona dipende da vari fattori che includono il sesso, l’età, il peso, l’altezza, lo stile di vita, se sedentario oppure attivo, ma anche dal metabolismo.

Ogni persona infatti ha un suo metabolismo, che con l’avanzare delle età tende a rallentare. Inoltre nella propria dieta non solo le calorie fanno tutta la differenza, ma soprattutto fa la differenza in negativo il mangiare dei cibi non salutari, che contribuiscono a una dieta squilibrata che fa aumentare il colesterolo cattivo e l’insorgere di patologie importanti. Se il proprio obiettivo è quello di voler dimagrire, quindi, bisogna rivolgersi a un esperto, come un biologo nutrizionista, in modo tale da valutare assieme un percorso che possa portare a dei risultati concreti e che non vada a intaccare la propria salute.

Back to top button
Privacy