Sustainability Life

Meglio la stufa elettrica o quella a gas? Ecco quale consuma di meno

Consumi a confronto: stufa elettrica o stufa a gas? Quale delle due opzioni è quella che ci permette di risparmiare di più?


Questo inverno per riscaldarci con un occhio al portafoglio – il costo della vita, ahinoi, è aumentato – cosa conviene usare? La risposta sta nel livello di consumi, senza dimenticare l’efficienza.

Cerchiamo di capire allora quanto consumano queste due soluzioni per il riscaldamento. Ricordandoci che oltre ai consumi occorre valutare anche l’efficienza di una stufa. Per farlo possiamo partire da quanto andremo a spendere per 1 ora di stufa elettrica o di stufa a gas.

Elettrico o gas? Stufe a confronto

Per 1 ora di stufa elettrica dovremo mettere in conto un consumo che varia tra i 300 e i 2.500 W per riscaldare un ambiente di circa 20-25 mq. Facendo il calcolo su una stufa elettrica da 2.000 W, in un’ora questa consumerà – se ci basiamo sulle spese dell’anno passato – circa 2 kWh. Basandoci su un prezzo indicativo di 0,11 euro al kWh, andremo a spendere 0,11 centesimi all’ora.

Quanto consumano le stufe elettriche e a gas
Meglio l’elettrico per scaldarsi? Dipende – Biopianeta.it

Invece per stabilire quanto può costare 1 ora di stufa a gas dovremo prestare attenzione al tipo di stufa e dunque al combustibile impiegato. Infatti ci sono stufe a fiamma viva (GN) o a fiamma pilota (GPL). In linea di principio le stufe a gas arrivano a una potenza anche fino a 10 kW. Prendendo ad esempio una potenza media di 8 kW, al costo di 0,40 euro al metro cubo, una stufa a gas può costarci 0,50 euro al giorno.

Per cercare di risparmiare con la stufa elettrica possiamo usarla in maniera intelligente. Ad esempio facendola funzionare nelle ore più fredde della giornata, quelle della sera. Utile anche usare il regolatore della potenza (e dunque dei consumi) per non eccedere nel riscaldamento.

Nel caso della stufa a gas il risparmio passa dall’acquisto della stufa più adatta alla nostra abitazione. Una stufa a gas, in particolare se è una di quelle più efficienti, è in grado di riscaldare rapidamente un locale. Per evitare che il calore si disperda altrettanto rapidamente è fondamentale un buon isolamento (pareti e tetto) e assicurarsi della tenuta delle guarnizioni (porte e finestre).

In conclusione, la scelta tra stufa elettrica o gas deve tenere conto che ognuna delle due soluzioni ha vantaggi e svantaggi. Per fare la scelta migliore dovremo considerare varie variabili: dal costo iniziale per l’acquisto fino alla gestione quotidiana. Ma anche potenza, capacità di riscaldare ambienti di dimensioni più o meno piccole, e anche l’ingombro della stufa in termini di spazio.

Emiliano Fumaneri

Veronese di nascita, ho vissuto molti anni in Trentino-Alto Adige (Merano, Trento, Rovereto). Vivere in una regione di confine così ricca di storia e di strazi ha suscitato in me la passione per le lingue straniere e la curiosità per culture e costumi differenti. Da sempre attento alle sorti della nostra casa comune, mi interesso a tutto ciò che riguarda l'ambiente.
Back to top button
Privacy