Sustainability Life

Come rendere il pane raffermo nuovamente croccante: il ‘trucco’ salva vita

Il pane è un alimento indispensabile e sempre pronto all’uso soprattutto se fresco e croccante, è davvero utile averlo a portata di mano.


Ogni giorno si può comprare il pane al supermercato o dal fornaio, da mangiare da solo o per accompagnare in piatto con una salsa, ma si può anche mangiare con creme al cioccolato o marmellate a colazione. Purtroppo il pane tende ad indurirsi in poco tempo e la temperatura della casa di certo non aiuta, nemmeno per conservarlo nel forno.Quelli confezionati e in cassetta, anche delle marche più conosciute, riescono a durare molto di più.

Come salvare il pane raffermo?
Pane raffermo, i trucchi per non sprecarlo – biopianeta.it

Anche se questo è un discorso sul fatto e l’uso dei conservanti, il pane normale non sempre li ha, tocca a noi comprare un filone di pane, tagliarlo a fette e conservarle in freezer nel caso non ci serva tutto, almeno una volta scongelato sarà ancora come appena comprato e pronto da mangiare come lo si desidera. Anche per i classici panini vale lo stesso discorso, basta che non lo si faccia indurire. Se ciò dovesse accadere cosa bisogna fare?

Rendere il pane raffermo ancora fresco e croccante

Di solito quando il pane inizia a diventare duro, l’ideale è metterlo in qualche zuppa calda. Se vogliamo facilitarci il compito, lo si può tagliare a piccolissimi pezzi, metterli in una padella antiaderente e lasciare che si cucinino un po’; diventeranno croccantissimi ed adatti per rendere la propria insalata un piatto gustoso e diverso. Anche metterli in forno toglierà tutta l’umidità. Inoltre lo si può mettere nel proprio robot da cucina e ridurlo in polvere, in modo da avere sempre del pan grattato a portata di mano; basta conservarlo in un contenitore di plastica con tappo ermetico. Serve sempre in cucina per preparare piatti da forno con la superficie croccante.

Come rendere il pane di nuovo morbido
Il pane raffermo si può recuperare sia intero che riducendolo a pezzi -biopianeta.it

Se invece diventa molto duro, soprattutto se è passata una settimana dal suo acquisto, c’è una soluzione anche in questo caso che salva tutto. Come prima cosa bisogna bagnare il pane sotto l’acqua corrente per qualche secondo, poi posizionarlo su una teglia e metterlo in forno ventilato e preriscaldato a 200° per circa 6 minuti.

Lasciatelo raffreddare, e noterete che è ritornato come prima e lo si può mangiare quasi come appena comprato dal nostro fornaio di fiducia, oppure al supermercato. Usare questo trucchetto ci aiuterà a gestire bene il pane che abbiamo in casa e che non riusciamo a mangiare subito, aiutandoci soprattutto a non sprecarlo.

Back to top button
Privacy