Curiosità

Ti ricordi il polpo Paul? Ecco che fine ha fatto il più famoso indovino dei Mondiali

In molti ricordiamo in che modo ha operato durante i Mondiali di calcio, ma in pochi sanno che fine ha fatto il polpo Paul


Era il mollusco del momento, quello che ha fatto la storia riuscendo ad azzeccare quale squadra riusciva a passare al turno successivo. Una cosa del genere ha messo subito in allerta i bookmaker, i quali si sono appropinquati a seguire un po’ anche le sue indicazioni. I risultati che uscivano fuori dal suo “cilindro” erano tutti giusti, roba da far rabbrividire anche i più scettici. Salvo poi, però, sbagliarne uno determinante per le sorti della competizione, ossia la finale fra Germania e Spagna, vinta da questi ultimi.

Incredibile pensare che un polpo, chiamato di nome Paul, riuscisse ad indovinare le sorti dei Mondiali; invece, per gran parte della sua operatività, è spesso riuscito ad andare a segno. Tanti scommettitori del mondo del calcio lo seguivano con intrepido trasporto, visto che era riuscito ad azzeccare diversi risvolti delle partite disputate fra le varie nazionali che si affrontavano fra di loro.

Dov’è finito il Polpo Paul

Oggi, non tutti sanno che fine abbia fatto e noi cerchiamo di capirlo e di dare dettagli maggiori in merito alla sua gloriosa vita. Si trovava dentro una vasca, contornata da delle vetrate, al cui interno venivano posizionate le bandiere delle squadre che si sarebbero affrontate. I suoi gesti facevano comprendere la sua preferenza fra le due e, la maggior parte delle volte, riusciva nell’intento di scoprire quale delle due squadre sarebbe passata alle fasi successive della competizione.

Insomma, quella che svolgeva questo fantastico invertebrato era un’operazione degna dei migliori indovini esistenti sulla faccia della terra. Purtroppo, però, questo straordinario essere è venuto a mancare nel 2010 per cause naturali, lasciando dietro di lui un alone di tristezza che ha contornato tutti gli appassionati di calcio a livello mondiale.

Polpo Mondiali
Il polpo indovino dei Mondiali di calcio (Instagram) – Biopianeta.it

Essi, perché proprio tutti lo conoscevano ormai, date le sue grandi doti nel saper capire prima di tutti le sorti finali di qualsivoglia torneo. La morte del polpo Paul è stata salutata anche tramite un funerale e a lui è stato dedicato anche un monumento. Non solo, ci ha anche lasciati un’eredità non da poco, visto che il suo prestigio è stato sostituito con le attività di un altro polpo, chiamato Paul II, il quale vive nello stesso acquario del primo.

Erano i Mondiali del Sudafrica del 2010 quando il polpo originale riusciva a indovinare le vittorie, ma la sua storia inizia 2 anni prima, ossia in occasione degli Europei di calcio. Il suo prestigio lo portò a ricevere anche una proposta da parte di un’agenzia di scommesse, la quale era disposta a pagare 100 mila euro per il suo trasferimento. La Germania gli ha dedicato un monumento, il quale è stato inaugurato il 20 gennaio 2023 e si chiama Sea Life, situato a Oberhausen.

Michelangelo Loriga

Michelangelo Loriga, esperto di Storia, politica (italiana e internazionale) e letteratura; appassionato di arte, sport e motori. Laureato in Scienze storiche del territorio e per la cooperazione internazionale all’Università di Roma Tre. Interessato allo sport, specie al calcio in cui ho giocato per 20 anni, in tutte le sue forme e in ogni tipo di contesto.
Back to top button
Privacy